• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità

Monte Bianco: fermati 30 clandestini

immagine

CHAMONIX, Francia — Erano chiusi nel cassone di un camioncino largo meno di 6 metri quadrati. In condizioni, raccontano, davvero disumane. Trenta clandestini di origine indiana sono stati scoperti a Chamonix, fuori dal tunnel del Monte Bianco, mentre tentavano di attraversare le Alpi e raggiungere il Belgio.

I gendarmi francesi dell’Alta Savoia, che hanno scoperto il "carico clandestino" del furgone durante un controllo di routine, si sono detti sconvolti per le orribili condizioni in cui gli immigrati si trovavano.
 
Erano trenta ragazzi tra i 16 e i 30 anni, tutti originari della regione indiana del Punjab. A quanto sembra viaggiavano in piedi, appiccicati l’uno all’altro, ed erano completamente scioccati.
 
Il camioncino, guidato da un indiano di 28 anni residente in Italia, proveniva da Roma, dove sembra che i clandestini fossero atterrati con documenti falsi. E sembra che ognuno di loro avesse pagato circa diecimila euro per essere trasportato dalla capitale italiana al Belgio.
 
Ora il conducente è agli arresti nella cittadina francese di Bonneville, dove verrà processato per il reato di introduzione irregolare di cittadini stranieri in francia, per cui rischia il carcere fino a 10 anni. Mentre i 30 clandestini sono stati rimessi alle autorità italiane.
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *