• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità

Adunata Alpini: nel 2009 sarà a Latina

immagine

ROMA — Latina ha vinto su Bolzano e Piacenza. La città laziale, nel 2009, ospiterà l’Adunata nazionale degli alpini. Con buona pace degli altoatesini che, amareggiati per l’esclusione, ora se la prendono con il presidente della provincia Luis Durnwalder, che aveva espresso perplessità per la concomitanza dell’adunata con l’anniversario della rivolta tirolese.

Latina ha solo 200 alpini, eppure è riuscita a spuntarla su due città con una tradizione di penne nere ben più consistente: Piacenza e la più settentrionale Bolzano. La decisione ufficiale è stata presa nei giorni scorsi dal Consiglio Direttivo Nazionale dell’Ana, che ha fissato l’Adunata 2009 nei giorni del 9 e 10 maggio.
 
La scelta di Latina ha sorpreso molti, dato che Bolzano era data da tempo per favorita. Ma forse non chi aveva sentito parlare delle perplessità di Durnwalder riguardo la sicurezza della città. Mesi fa, infatti, il presidente della provincia aveva invitato gli alpini a rimandare l’adunata di Bolzano, preoccupato per i possibili scontri che avrebbero potuto essere causati dagli estremisti di destra.
 
La settimana successiva a quella in cui doveva tenersi l’adunata, infatti, sono programmate le celebrazioni per i 200 anni della rivolta tirolese guidata da Andreas Hofer.
 
Parecchi ritagli di giornale con le dichiarazioni del presidente, a quanto pare, sarebbero stati presentati nella sede del Consiglio Ana e avrebbero portato i consiglieri ad orientarsi verso un’altra location per l’adunata. Latina e Piacenza sono così andate al ballottaggio e alla fine l’ha spuntata il Lazio, forse anche perchè tre delle ultime adunate si sono svolte nel Nord Italia.
 
Resta però l’amaro in bocca a tutte le penne nere altoatesine, al sindaco di Bolzano e al presidente della sezione altoatesina dell’Ana che nel 2009 avrebbe voluto festeggiare l’ottantesimo anniversario con l’adunata in città.
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.