• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Piolini, incidente dopo la cima Carstensz

immagine

VERBANIA — Brutta avventura per Cristina Piolini sulla Piramide Carstensz, 4.884 metri, in Nuova Guinea. Dopo aver raggiunto la cima, l’alpinista piemontese è incorsa in una rovinosa caduta durante la discesa, che le ha provocato qualche ferita.

La Piolini si trovava in Nuova Guinea per scalare la seconda delle "Seven Summits", dopo l’Aconcagua salito a gennaio: si tratta della Carstensz Pyramid, una salita piuttosto impegnativa dal punto di vista tecnico.
 
Secondo quanto riferito da fonti locali, l’alpinista sarebbe riuscita ad arrivare in vetta giovedì scorso, ma durante la discesa sarebbe incorsa in un brutto incidente.
 
Le ferite riportate sarebbero comunque lievi, e la Piolini sarebbe già sulla via di ritorno in Italia. La sua prossima meta dovrebbe essere il Kilimanjaro, 5.963 metri, in Africa, da salire entro la fine dell’anno.
 
Ma i progetti della Piolini sono ambiziosi. Secondo quanto riferisce il suo sito web, l’alpinista piemontese vorrebbe chiudere le seven summits entro il 2008 e scalare, l’anno prossimo, l’Elbrus (Caucaso) ad aprile, il McKinley (Alaska) a giugno e il Mount Vinson (Antartide) in autunno, tutti e tre con gli sci. 
 
Non solo. Tra aprile e maggio, cioè tra l’Elbrus e il McKinley, ha in programma la salita dell’Everest. Ma, dopo due fallimenti incassati sul versante nepalese (uno nel 2005, tentando il Lhotse, e uno questa primavera, tentando l’accoppiata Everest e Lhotse in solitaria senza ossigeno), ha deciso di cambiare strada e tentare la salita dal versante Nord, in Tibet.
 
La Carstensz Pyramid (nome originale Puncak Jaya) è un massiccio di granito immerso nella giungla indonesiana ed è la montagna più alta dell’Oceania, considerando sia l’Australia che le isole. La questione è tuttavia al centro di una diatriba, perchè per molto tempo è stato considerato valido, per le 7 summits, il Mount Kosciuszko (2.229 metri), il più alto d’Australia. Inoltre, la Carstensz è stata per lungo tempo inaccessibile a causa dell’instabilità politica del paese.
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.