• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Fulmine su due escursionisti: un morto

immagine

COSENZA — Mentre sull’Arco alpino splende il bel tempo – pur con temperature piuttosto rigide – sulle montagne del Sud Italia i temporali stanno facendo sfaceli. Una persona è morta e un’altra è rimasta gravemente ferita da un fulmine, durante un’escursione nel Cosentino.

I due sfortunati escursionisti stavano camminando insieme, in cerca di funghi, nella pineta di Belmonte Calabro, quando all’improvviso sono stati investiti da un forte temporale.
 
Ben presto sulla montagna si è scatenata un’imponente raffica di fulmini. Per i due, che si trovavano a poca distanza l’uno dall’altro, c’è stato poco da fare. Orlando Suriano – calabrese d’origine e residente a Mantova – è stato colpito in pieno. L’amico che stava a qualche metro da lui, anch’egli investito dalla scarica elettrica, non ha potuto fare nulla per aiutarlo.
 
Suriano è deceduto all’istante, mentre l’altro escursionista – Bruno Gildo, 43 anni anch’egli cosentino ma residente a Mantonva – è stato ricoverato d’urgenza al reparto di chirurgia dell’ospedale di Paola in stato di shock. Le sue condizioni sono gravi ma non sarebbe in pericolo di vita.
 
Sul posto sono intervenuti i sanitari del servizio di emergenza «118» ed i carabinieri della locale stazione. 
 
I temporali sono uno dei pericoli maggiori nelle escursioni in montagna. Domandate agli alpinisti, anche quelli quotati, e vi risponderanno che non c’è niente che gli faccia paura come un temporale lassù.
 
Stando alla letteratura medica, i fulmini uccidono circa 1000 persone all’anno, in tutto il mondo. Gli esperti suggeriscono alcune regole fontamentali per evitare ridurre i rischi durante i temporali. In montagna o all’aperto bisogna evitare di ripararsi sotto un albero o in un bosco: gli alberi sono infatti particolarmente esposti ai fulmini. La strategia migliore – dicono i meteorologi – è stare in uno spazio aperto, lontano da oggetti appuntiti o metallici.
 
Related links
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.