• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri

Pakistan: attentato contro Musharraf

immagine

RAWALPINDI, Pakistan — Sette morti e diversi feriti. E’ questo il drammatico bilancio dell’attentato compiuto stamattina a Rawalpindi, non lontano dal quartier generale militare del presidente Pervez Musharraf.

L’esplosione è avvenuta nella cittadina "quasi militare" appena fuori Islamabad. Rawalpindi è infatti un sobborgo a qualche chilometro a sud della capitale. Ed è sede del quartier generale dell’esercito pachistano, un luogo dove il presidente trascorre molto tempo e nel quale ha un suo appartamento. La città è stata anche capitale del Pakistan negli anni 60 quando Islamabad era in costruzione. Proprio oggi dinanzi alla suprema corte pachistana riprende il processo per discutere della costituzionalità della candidatura alla presidenza di Musharraf.
 
E i suoi oppositori più estremi non hanno perso tempo. Secondo fonti di sicurezza, il presidente era proprio nel quartier militare generale di Rawalpindi al momento dell’esplosione. Ma per fortuna si trovava a un paio di chilometri di distanza, ed è rimasto illeso.
 
Secondo quanto riportato dalle Tv pachistane, l’attentato sarebbe stato portato a termine da un’attentatore suicida, che si è fatto esplodere dentro un’auto parcheggiata nei pressi del parco di Ayub Park.
 
La polizia riferisce per ora di 6 vittime confermate più l’attentatore. Tre sono agenti di polizia, altri tre passanti. Dopo l’attentato il quartier generale dell’esercito è stato circondato dalle forze di sicurezza.
 
Foto courtesy Asianews
 
Related links
 
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *