• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Primo Piano

Caduta di 200 metri sul Gran Sasso, muore escursionista

1860909010_d3da9df339_o-300x224.jpg
Corno Grande, al centro, e Monte Aquila, a destra (Photo Luigi Selmi courtesy of Flickr)
Corno Grande, al centro, e Monte Aquila, a destra (Photo Luigi Selmi courtesy of Flickr)

L’AQUILA — Un escursionista è morto ieri sul massiccio del Gran Sasso dopo essere caduto per 200 metri. L’allarme è stato dato da altri escursionisti che hanno assistito all’incidente, ma i soccorritori non hanno potuto far altro che constatare il decesso del 68enne.

Secondo quanto riportano i giornali locali, l’uomo stava compiendo ieri un’escursione in solitaria sul Gran Sasso. Mentre percorreva il sentiero che dal Corno Grande scende a valle, passando per Monte Aquila, alcuni escursionisti lo hanno visto precipitare dal sentiero e hanno dato l’allarme.

L’elicottero del 118 con a bordo i sanitari e un Tecnico di Elisoccorso del Soccorso Alpino e Speleologico dell’Abruzzo hanno avvistato il corpo dell’uomo in un ghiaione della località Sella di Monte Aquila, a circa 2.300 metri di quota. Purtroppo per il 68enne non c’era più nulla da fare e il mezzo aereo ha trasportato la salma a valle.

Sulle cause dell’incidente stanno ancora indagando le autorità giudiziarie. L’uomo è infatti caduto per 200 metri in un tratto di sentiero particolarmente impervio, ma non è ancora stato confermato se sia scivolato o se abbia accusato un malore che lo ha fatto precipitare.

Photo courtesy of Luigi Selmi on Flickr

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *