• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Eventi, Primo Piano

(English) Tra i forti dell’Alpe Cimbra le celebrazioni per il centenario della Grande Guerra

panorama_forte_molon_2-300x205.jpg
Altipiani Cimbri (Photo courtesy of Comunità degli Altipiani Cimbri/Alpe Cimbra-Folgaria Ski)
Altipiani Cimbri (Photo courtesy of Comunità degli Altipiani Cimbri/Alpe Cimbra-Folgaria Ski)

FOLGARIA, Trento — Cento anni fa iniziava il primo conflitto mondiale e la Comunità degli Altipiani cimbri ha deciso di ricordarlo con commemorazioni, spettacoli teatrali, concerti, trekking ed escursioni sui luoghi di battaglia. Tra questi spiccano i sette possenti forti, protagonisti della tradizionale Marcia dei Forti e di numerosi eventi.

Nell’estate del 1914 iniziò quello che divenne in breve tempo la Prima Guerra Mondiale. I conflitti della Grande Guerra si combatterono su numerosi fronti, incluse le Alpi che all’inizio del secolo scorso segnavano i confini, e il fronte, tra Italia ed Impero Austro-Ungarico. Di quel drammatico evento sono tuttora “testimoni” le sette possenti fortezze di cemento e acciaio che si ergono negli Altipiani cimbri, tra Folgaria, Lavarone e Luserna.

A cent’anni di distanza la Comunità degli Altipiani cimbri vuole ricordare quell’evento con commemorazioni, spettacoli teatrali, concerti, trekking ed escursioni sui luoghi di battaglia. Tra tutti gli eventi in programma spicca l’annuale Marcia dei Forti, marcia non competitiva fissata per il 29 giugno e riservata agli appassionati della camminata in montagna. Il percorso parte da Folgaria e si snoda tra i forti Dosso delle Somme, Sommo alto e Cherle.

Sempre i forti saranno protagonisti di due concerti in notturna, il primo il 19 luglio nel fossato di Forte Belvedere Gschwent, a Lavarone, e il secondo il 5 agosto nel fossato Forte Cherle, a Folgaria. Saranno rievocati i momenti più drammatici del conflitto combattuto in Europa e sugli Altipiani con il contributo delle bande musicali e dei cori delle località dolomitiche. Domenica 27 luglio a Forte Dosso delle Somme, Folgaria, sarà invece la volta di “I suoni delle Dolomiti – Dolomiti di pace”, mentre il 10 agosto sulle rive del Lago Coe ci sarà un Concerto per la Pace tenuto da I Nomadi.

Importanti anche gli appuntamenti teatrali che ricorderanno il centenario. Da segnalare “Addio alle Armi”, tratto dall’omonima opera e celeberrimo manifesto antimilitarista di Ernest Hemingway, messo in scena il 5 agosto a Folgaria e il 13 agosto a Luserna e “Storia Di Tönle”, derivante dall’opera di Mario Rigoni Stern e programmato per l’8 agosto a Lavarone e il 9 agosto a Folgaria.

Link: http://www.alpecimbra.it/it/

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *