• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri

India: rintracciati i 100 dispersi

immagine

LUCKNOW, India — Un alpinista indiano era morto. Quattro russi e quattro indiani soffrivano di ipotermia. Gli altri, per fortuna, erano tutti tutti sani e salvi. Gli elicotteri dell’Indian Air Force hanno finalmente rintracciato tutti e cento gli escursionisti dispersi sull’Himalaya indiano, nella provincia di Uttarkhand.

Il gruppo di escursionisti si era perso il 26 settembre a causa delle intense bufere di neve che si erano abbattute sulla zona. L’impossibilità di contattarli aveva fatto scattare l’allarme poche ore dopo.
 
Le autorità li hanno cercati per tre giorni interi, prima di individuarli nei dintorni del ghiacciaio di Gangotri domenica 30 settembre. Ieri sono iniziate le complicate operazioni di soccorso che alla fine hanno riportato a valle tutti i trekkinisti.
 
Del gruppo facevano parte anche altri quattro russi, sette tedeschi e un austriaco. Ieri si era parlato di un australiano, ma poche ore fa il Ministero degli Esteri indiano ha diffuso una rettifica sulla base delle segnalazioni del governo australiano a cui non risultava alcun cittadino disperso in India.
 
E’ inoltre giunta notizia della morte di un escursionista, originario dello stato indiano di Gujarat, sotto una frana nella zona di Urthing.
 
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *