• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Top News

Solo sulla Nord del Gran Paradiso, alpinista recuperato dopo notte all'addiaccio

Gran Paradiso (Photo M Klüber Fotografie - Wikipedia Commons)
Gran Paradiso (Photo M Klüber Fotografie – Wikipedia Commons)

PRAVIEUX, Aosta — Un alpinista danese è stato recuperato dal Soccorso alpino valdostano ieri mattina, dopo aver passato una notte all’addiaccio sulla parete nord del Gran Paradiso. L’uomo stava tentando di raggiungere la vetta del 4000 italiano da solo, quando sarebbe caduto in un crepaccio: sarebbe riuscito a riemergere autonomamente, sebbene avesse riportato alcune ferite.

Secondo quanto riferiscono l’Ansa e la stampa locale, a dare l’allarme lunedì sera sarebbero stati gli amici dell’alpinista, preoccupati dal suo mancato rientro. In base alle ricostruzioni, il danese – di cui non sono rese note altre generalità – era diretto verso la cima del Gran Paradiso lungo il versante nord. La salita solitamente parte dal rifugio Federico Chabod, posto a 2.750 metri di quota, e prosegue sul ghiacciaio di Montandayné e di Laveciau: attraversando un passaggio trai i crepacci si arriva alla base della parete.

L’alpinista sarebbe finito proprio in un crepaccio da cui sarebbe riuscito ad uscire autonomamente. Secondo l’Ansa, la caduta gli avrebbe procurato una ferita alla clavicola e alcune contusioni.  Gli uomini del Soccorso alpino l’avrebbero ritrovato e recuperato ieri mattina a circa 3100 metri di quota.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *