• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Tolti i sigilli sul Mottarone, si torna a sciare nel weekend?

Impianto di risalita del comprensorio sciistico del Mottarone (Photo courtesy of Wikimedia Commons)
Impianto di risalita del comprensorio sciistico del Mottarone (Photo courtesy of Wikimedia Commons)

STRESA, Verbano-Cusio-Ossola — Dovrebbe concludersi a breve la situazione sul comprensorio sciistico del Mottarone. Nella giornata di martedì sono stati tolti i sigilli e ora si attende la riapertura ufficiale di piste e impianti, che potrebbe avvenire già nel weekend.

Tutto è iniziato martedì 3 dicembre quando sono stati apposti i sigilli al comprensorio sciistico che sorge sul Mottarone cima di 1492 metri che sorge tra il Lago d’Orta e il Lago Maggiore. La chiusura totale, avvenuta dopo pochi giorni dall’inaugurazione della nuova stagione invernale, è stata causata da un contenzioso tra i gestori degli impianti e i proprietari del territorio su cui sorgono a cui è conseguito uno sfratto per morosità.

L’amministrazione comunale di Stresa si è però interessata al problema perchè il terreno sui sorge il demanio sciabile diventi definitivamente suolo pubblico. Secondo l’edizione locale de La Stampa, il segretario comunale è salito in vetta martedì 10, dopo una delibera della giunta, per togliere i sigilli e formalizzare la presa di possesso da parte del comune.

Il provvedimento è limitato ai quasi 70 mila metri quadrati comprendenti gli impianti e le piste, aree che la società di gestione S4 dovrà provvedere a delimitare in modo che siano chiaramente distinguibili. Una volta ultimata questa azione e formalizzata la concessione, sarà tutto pronto per la riapertura. Si è però ancora in attesa di una data ufficiale. Al momento i possibili giorni di riapertura sono stati pubblicati dal sito NeveItalia, che propone sabato 14 dicembre, e dal blog Verbania Notizie.it, che invece indica sabato 21 dicembre.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *