• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Primo Piano

Svizzera, alpinista morto sul Monte Generoso

Elicottero della Rega (Photo Matthias Zepper curtesy of Wikimedia Commons)
Elicottero della Rega (Photo Matthias Zepper curtesy of Wikimedia Commons)

ROVIO, Svizzera — É stato ritrovato sabato sul versante svizzero del Monte Generoso (1704 metri) il corpo senza vita di un alpinista. Dalle prime ricostruzioni, il 55enne sarebbe precipitato venerdì in un luogo particolarmente impervio e la caduta gli sarebbe stata fatale.

Secondo la stampa locale, l’uomo, residente a Mendrisio, era partito da Rovio, nel Canton Ticino, per raggiungere la vetta del Monte Generoso, cima di 1704 metri sul confine tra Svizzera e Italia. Le ricerche sono iniziate sabato da parte della Rega e del Soccorso Alpino Svizzero.

Il corpo senza vita dell’alpinista è stato ritrovato nel primo pomeriggio di sabato nei pressi dell’Alpe Perostabio. Dalle prime ricostruzioni pare che il 55enne sia caduto in una zona particolarmente impervia, ma sono tuttora in corso le indagini per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente.

Nelle scorse ore l’Ente Ospedaliero Cantonale ha comunicato che la vittima è Marco Baggi, primario di Anestesiologia dell’Ospedale Regionale di Mendrisio. L’uomo praticava abitualmente l’attività alpinistica, tanto che nel 2010 ha fatto parte della spedizione italo-svizzera arrivata in vetta al Manaslu senza ossigeno, vetta a cui però ha dovuto rinunciare per problemi di salute.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *