• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Eventi, Primo Piano

In Alto Adige torna la tradizionale corsa dei Krampus

Krampus (Photo Matthias Kabel courtesy of Wikimedia Commons)
Krampus (Photo Matthias Kabel courtesy of Wikimedia Commons)

CASTELROTTO, Bolzano — Gli scatenati e inquietanti Krampus tornano come da tradizione per le proprie sfilate nei paesi alpini. Una delle più suggestive è quella di Castelrotto, dove sabato 7 dicembre decine di diaboliche maschere provenienti da Italia, Svizzera, Austria e Germania si raduneranno alle pendici dell’Alpe di Siusi per “La Corsa dei Krampus”.

I Krampus nascono nei paesi alpini come parte della sfilata che si tiene il 5 o il 6 dicembre, in ricordo di quando San Nicolò scacciò il demonio. Alla testa del corteo sfila il santo coi suoi angeli, distribuendo dolci per i bambini buoni, a cui seguono queste maschere di diavoli inferociti dall’aspetto caprino, spesso armati di fruste, catene e campanacci in cerca dei bambini cattivi.

La tradizione è molto radicata nell’Italia nord-orientale, ma anche nelle zone alpine confinanti quali la Svizzera, la Baviera e il Tirolo, tanto da creare numerose varianti in molti paesini. Al fine di riunire le varie tradizioni per uno “scambio culturale” davvero particolare, sabato 7 dicembre si terrà a Castelrotto, in provincia di Bolzano, “La Corsa dei Krampus”.

Alla manifestazione parteciperanno circa 800 “diavoli” provenienti da 80 compagnie differenti. Ogni compagnia ha infatti il proprio segno distintivo quali la maschera, rigorosamente in legno e fatta a mano, gli oggetti oppure i costumi creati con diversi materiali e colori a seconda della provenienza e degli animali che si utilizzano (capra, cavallo, cinghiale etc…).

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *