• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Eventi, Primo Piano

Nanna al Muse, la notte magica dei bambini al museo della Scienza

Muse (Foto di Matteo De Stefano - pagina Facebook del MUSE Museo delle Scienze)
Muse (Foto di Matteo De Stefano – pagina Facebook del MUSE Museo delle Scienze)

TRENTO — Una notte tra lupi, orsi, balene e antenati preistorici. E’ quella che si può trascorrere durante la “Nanna al Muse”, l’evento che porta bambini e genitori al nuovissimo Museo delle Scienze di Trento, a giocare e a scoprire in notturna le meraviglie della natura.

Nel film “Una notte al museo” il guardiano Larry Daley (interpretato dell’attore Ben Stiller) si trovava ad avere a che fare con creature primordiali e figure dell’antichità che magicamente, al calar delle tenebre, si animavano nel Museo di Storia Naturale di New York. E in effetti visitare, ricordare e scoprire gli “ospiti” di un museo, in un certo senso, è anche questo: farli tornare in vita.

E’ questa l’avventura che aspetta chi visiterà in notturna il Muse, l’avveniristico museo delle Scienze di Trento disegnato da Renzo Piano e aperto dal luglio scorso. “Nanna al Museo” dà infatti la possibilità ai più piccoli (dai 5 ai 12 anni) di trascorrere la notte, accompagnati dai loro genitori o in autonomia, dentro le mura del museo. Pur non essendo una novità nella sede storica del museo tridentino, l’evento è stato ora rinnovato, adattandosi alla nuova struttura.

Caccia al tesoro, attività creative, spettacoli, giochi e approfondimenti: questi gli intrattenimenti che aspettano i piccoli visitatori notturni. I bambini scopriranno ghiacci perenni, si inoltreranno nel “labirinto della biodiversità” tra animali e piante del bosco, impareranno come si sono formate le Dolomiti, le Alpi e poi le prime comunità di cacciatori-raccoglitori. La visita guidata si conclude con un racconto sull’origine della vita e sui dinosauri dell’arco alpino. E dopo la “nanna”, al mattino, prima che il museo riapra le sue porte al pubblico, il tour si conclude con una “colazione scientifica”.

Sul sito del museo www.muse.it si trovano i contatti per maggiori informazioni, ad oggi però sono in programma le date del 6, 14 e 20 dicembre, 17 gennaio, e 7 febbraio. L’evento, che si replica di solito una volta al mese, ha il costo di circa 45 euro a persona, con diverse possibilità di sconti e convenzioni come quella con Trenitalia.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *