• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Top News

Primarie del Pd: sul Presena si vota in un igloo a 2600 metri

Ghiacciaio Presena - photo AdamelloSkiPONTE DI LEGNO, Brescia — Un igloo completamente di ghiaccio. Sarà il seggio elettorale più alto d’Italia quello che verrà allestito sul ghiacciaio del Presena domenica 8 dicembre, in occasione delle primarie del Partito Democratico per l’elezione del segretario nazionale e candidato premier. La singolare location dedicata agli elettori amanti della montagna avrà al suo esterno una statua di ghiaccio del candidato Matteo Renzi e sarà raggiungibile in funivia o… con le pelli di foca.

La notizia del seggio d’alta quota per le primarie è stata annunciata dal capogruppo Pd al Consiglio regionale lombardo Alessandro Alfieri durante la conferenza stampa al Pirellone delle scorse ore. E non è solo scena: secondo i responsabili, testimonia la volontà di lavorare per i territori montani.

“E’ un messaggio politico – ha detto Alfieri -. Testimonia l’attenzione sulle differenze in cui operano le persone che lavorano nelle strutture ricettive montane, per esempio tra le regioni ordinarie come la Lombardia e quelle a statuto speciale, come il Trentino”.

Ma perchè la statua di Renzi? I candidati delle primarie sono 3, oltre al sindaco di Firenze ci sono Gianni Cuperlo e Giuseppe Civati. Ma pare che Ponte di Legno – circoscrizione nella quale ricade il seggio del Presena – sia un paese di fedelissimi a Renzi. La statua, infatti, pare verrà realizzata da un artista suo fan. “Durante l’ultima consultazione per la scelta dei finalisti – ha detto Alfieri – Renzi qui ha vinto 40 voti a zero sugli altri. Informeremo gli altri due candidati per la par condicio”.

Nel seggio di ghiaccio lavoreranno circa 10-20 volontari, pronti ad accogliere chi vorrà partecipare alle primarie che, ricordiamo, saranno aperte a tutti i cittadini che avranno compiuto i 16 anni di età. Come l’anno scorso è richiesto un contributo di 2 euro per le spese.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *