• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Su Geo&Geo la piccola grande storia del villaggio di Dhe

Dhe - Photo Stefano Ardito
Dhe – Photo Stefano Ardito

BERGAMO — Dhe è un piccolo villaggio del Mustang, nel centro nord del Nepal. Un luogo di straordinaria bellezza, una bellezza legata alla caparbia presenza degli uomini. Per vivere al villaggio di Dhe è necessaria pazienza, forza, volontà. Occorre adeguarsi ai ritmi che la natura impone, occorre fare tesoro di ogni risorsa, fare dell’essenzialità il proprio stile di vita. Occorre fare ricorso soprattutto alle raffinate tecniche di coltivazione gli abitanti di quel luogo hanno appreso e tramandato in secoli di permanenza.

Per vivere a Dhe tutto questo è sempre stato sufficiente.

Ma tutto questo per vivere a Dhe sembra non bastare più. I cambiamenti climatici di quella regione hanno portato le sorgenti a inaridirsi. I campi sono brulli, la terra privata d’acqua è sempre più infeconda. Gli abitanti di Dhe sono costretti a migrare e a chiedere al governo Nepalese di essere considerati “rifugiati ambientali” per ottenere terre coltivabili lungo il fiume Kali Gandaki.

Questa è la storia che racconta il documentario di Stefano Ardito, Dhe non deve Morire prodotto da EvK2CNR. Il documentario sarà proiettato questa sera, alle 18.30, su Rai tre alla trasmissione Geo&Geo.

Dhe non deve morire racconta gli effetti del cambiamento climatico, racconta la siccità in luoghi dove meno te l’aspetti, a pochi chilometri dalle grandi montagne della Terra. La storia del documentario di Ardito non è una storia eclatante, la documentazione di un fenomeno catastrofico o visibile come si dice a “occhio nudo”, è una storia che bisogna andare a cercare. Una storia che più che altro si scova, solo dopo giorni di cammino e solo grazie all’occhio di un narratore capace di intravvedere dietro al destino di una manciata di uomini e di un grumo di case dalle pareti di fango una delle grandi questioni che coinvolge tutti gli abitanti della Terra per lo più inconsapevoli di quello che sta accadendo.

In questo sta il suo principale valore, e per questo ci permettiamo di consigliarvi caldamente di non perdervi la proiezione di questa sera in Tv. Il film ha partecipato a diversi festival tra cui L’Orobie film festival di Bergamo del 2012 e il Think Forward Film Festival di Venezia dello stesso anno.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *