• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Eventi, Primo Piano

Parte il Motoraduno dello Stelvio, un'edizione alla scoperta della Valtellina

Passo dello Stelvio (Photo courtesy www.motoraduno-stelviointernational
Passo dello Stelvio (Photo courtesy www.motoraduno-stelviointernational

SONDALO, Sondrio — Torna il 28, 29 e 30 giugno 2013 la 37esima edizione del motoraduno dello Stelvio. L’evento avrà base a Sondalo, ma quest’anno in particolar modo coinvolgerà anche altre zone della Valtellina: non ci sarà infatti solo il tradizionale giro sul valico alpino, ma sono previsti anche tour guidati organizzati sui territori di Chiuro, dell’alta Val Gerola, fino ai Bagni Masino, per far conoscere più a fondo ai partecipanti la Valtellina e le sue tipicità.

La macchina del Motoraduno dello Stelvio muove quest’anno circa 200 volontari distribuiti tra accoglienza, logistica, sicurezza, viabilità e servizi vari. Si comincia sabato mattina con la sfilata di moto storiche da Sondalo a Bormio prevista per le ore 10 con accesso al centro storico di Bormio e sosta con aperitivo. Alle 12 a Sondalo si terrà un momento dedicato alla sicurezza e mobilità responsabile per far capire i rischi della guida e il corretto uso dei dispositivi di sicurezza. Il programma infine prevede la salita allo Stelvio, libera con viabilità riservata alle sole moto, per la domenica mattina. Negli altri giorni però ci sarà la possibilità di prenotare altri giri.

Con la guida di Valtellinainmoto.it infatti, i motociclisti verranno portati in tour guidati alla scoperta di località valtellinesi di solito non toccate da chi arriva per il Motoraduno dello Stelvio. Sarà possibile visitare il Presidio Slow Food del Bitto Storico a Gerola Alta, i Bagni di Masino e le cantine di Nino Negri a Chiuro. Questi tour partiranno da un punto ritrovo allestito presso il bar “Veronesa” alla rotonda di Piantedo e termineranno con l’arrivo a Sondalo, saranno accessibili a numero chiuso. Ulteriori tour con partenza e ritorno dall’area del motoraduno, attraverso i passi Bernina, Forcola, Foscagno saranno disponibile a prenotazione presso l’area della manifestazione.

Cuore della 37esima edizione sarà l’area Campeggio e il Centro Polifunzionale di Sondalo, allestito come vera vetrina dell’evento. Sono previsti oltre 5.000 mq di parcheggi pubblici riservati ai motocicli nelle zone satellite della manifestazioni, accesso con pass, parcheggio per autoveicoli al seguito. Numerosi come ogni anno gli stand in cui le aziende esporranno moto, prodotti di abbigliamento e accessori per moto, mentre i tendoni ospiteranno gli spettacoli in programma. Ci saranno infatti, gli stuntman Didi Bizzarro e Versilia Quad e sei concerti di musica live non-stop dal pomeriggio alla sera.

Links: www.motoraduno-stelviointernational.com; www.valtellinainmoto.it

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Sulla scia del movimento di protesta di Mountain Wilderness chiedo a tutti di riflettere attentamente sul senso del turismo motorizzato sulle montagne.
    Cambiamo cultura, rinunciamo alle comodità inutili, viviamo la montagna con sobrietà.

  2. Io credo al contrario che il turismo motorizzato debba essere incentivato e reso più compatibile con la montagna costruendo motorizzazioni più silenziose e con meno emissioni, il movimento di protesta di Mountain Wilderness crea le condizioni affinchè la montagna perda possibilità di attrarre turismo e permettere così all’economia locale di sopravvivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *