• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Top News

Sull'Everest a 80 anni: testa a testa fra Miura e Scherchan per il record

Mr-Miura-photo-courtesy-www.japantimes.co_.jp_-300x223.jpg

KATHMANDU, Nepal — E’ un vero testa a testa tra “veterani” quello che sta per aprirsi sulle pendici dell’Everest in questa tormentata primavera 2013. I due alpinisti che per anni si sono rubati il record del “più anziano” in vetta al Tetto del Mondo, quest’anno riproveranno a salire per accaparrarsi un nuovo primato. Si tratta del giapponese Yuichiro Miura, 80 anni, e del nepalese Min Bahadur Sherchan, 81 anni, attuale detentore del Guinness World Record per la salita compiuta a 76.

Mr. Miura è nato il 12 ottobre 1932. Fu, nel 1970, la prima persona a scendere l’Everest con gli sci dal Colle Sud. Nel 2003 conquistò il record del più vecchio a salire sull’everest, aveva 70 anni. Il 26 maggio 2008 salì di nuovo sulla cima a 75 anni, per riprendersi il primato che nel frattempo gli era stato soffiato da un connazionale, Katsusuke Yanagisawa, salito in vetta all’età di 71 anni.

Purtroppo il record gli fu soffiato dal nepalese Badur Scherchan, di un anno più vecchio, salito proprio il giorno precedente alla sua vetta. Miura fu poi costretto ad una pausa forzata in questa corsa all’Everest: ebbe un grave incidente con gli sci nel 2009, e dovette subire 3 interventi al cuore.

Ora però sembra più in forma che mai. Secondo quanto riferito dal suo sito web, Miura tenterà di raggiungere la cima dell’Everest il prossimo 23 maggio. Durante l’acclimatamento ha affermato di “sentirsi meglio che nelle due precedenti salite”.

Min Bahadur Sherchan (photo courtesy daily-currentnews.blogspot.com)
Min Bahadur Sherchan (photo courtesy daily-currentnews.blogspot.com)

Sherchan, ex militare, è nato invece il 20 giugno 1931. Ha toccato la vetta il 25 maggio del 2008 a 76 anni e 340 giorni. Non era un alpinista, e quello era il suo primo tentativo di salita all’Everest. Aveva dichiarato di voler salire “in nome della pace nel mondo, anche a costo della vita”. Ci aveva riprovato lo scorso anno, ma non aveva ottenuto il permesso dal governo nepalese.

Una curiosità: Miura ha è seguito anche da un progetto di ricerca sull’età e l’ipossia in alta quota, condotto da suo figlio e sostenuto da alcune università giapponesi. Una delle ipotesi da cui parte la ricerca è che un anziano che si muove a quote così alte è come se avesse il triplo dei suoi anni.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *