• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Alpini, sfida a tre per l'Adunata 2015

944342_373013329470094_1321169031_n-300x173.jpg

MILANO — Appena terminata l’Adunata Nazionale di Piacenza, gli Alpini sono già al lavoro per il futuro. Nei giorni scorsi infatti è stata ufficializzata la sfida a tre per ospitare l’Adunata 2015: Udine, L’Aquila e Asti. Se ne parlerà tra pochi giorni, quando a Milano si terrà l’assemblea dei delegati che eleggerà il nuovo presidente nazionale che andrà a sostituire Corrado Perona, ormai un’icona per l’Ana.

Dopo il successo di Piacenza che domenica scorsa ha ospitato l’86esima Adunata Nazionale con oltre 400mila persone presenti, gli alpini tornano a far parlare di sè. Il prossimo 19 maggio si riunirà infatti al teatro del Verme di Milano l’assemblea dei delegati. Oltre 1000 alpini provenienti da tutta Italia si riuniranno nel capoluogo lombardo per eleggere il nuovo presidente nazionale che sostituirà Corrado Perona, ritiratosi al termine del suo terzo mandato consecutivo.

L’assemblea sarà anche l’occasione di sondare il terreno riguardo la sede per l’88esima Adunata Nazionale, la cui scelta ufficiale sarà fatta nel mese di settembre. É infatti scaduto da pochi giorni il termine per la presentazione della candidatura per la manifestazione del 2015 e sono tre le città in lizza per l’assegnazione: Udine, L’Aquila e Asti.

La città friulana sarebbe in testa alle scelte per il 100esimo anniversario dall’inizio della Prima guerra mondiale, quel 1915 in cui Udine fu sede dell’alto comando italiano, tanto da ricevere l’appellativo di “capitale della guerra”. La vicinanza con Pordenone, sede dell’Adunata 2014, potrebbe però portare alla scelta di Asti o L’Aquila.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *