• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri, Primo Piano, Senza categoria

Autobus nel fiume nell'Himalaya Indiano, oltre 40 morti

Il-pullman-finito-nel-fiume-nellHimalaya-indiano-Photo-kashmirmonitor.org_-300x202.jpg

KULLU, India — Una quarantina di persone sono morte l’8 maggio in un incidente stradale sulla Kullu-Mandi National Highway, nell’Himachal Pradesh, Himalaya Indiano. Le vittime erano a bordo di un autobus partito da Kullu e uscito fuori strada a una ventina di chilometri dalla città: il pullman è finito nel fiume Beas, uccidento oltre la metà delle 70 persone che erano a bordo. Secondo la polizia indiana la colpa sarebbe dell’autista che al telefono mentre guidava.

L’autobus di una compagnia privata era partito da Kullu, cittadina dell’Himalaya indiano posta a circa 1300 metri di quota, sulle sponde del fiume Beas, nella vallata compresa tra il Lower Himalayan e il Great Himalayan range. A bordo del mezzo viaggiavano una settantina di persone, dirette ad Ani, un paese a 100 chilometri a nord di Kullu.

L’incidente si sarebbe verificato a una ventina di chilometri da Kullu in una zona molto rinomata per il rafting: qui il pullman è uscito di strada, finendo nel fiume. Immediatamente sarebbero scattate le operazioni di soccorso, sia da parte delle autorità sia da parte di privati cittadini che appunto facevano rafting sul posto e che avrebbero prestato i primi aiuti con i loro gommoni, in attesa degli operatori sanitari. I soccorritori si sarebbero ancorati con delle corde alle sponde, per non venire travolti dalle forti correnti del Beas. Il numero delle vittime si aggirerebbe intorno alle 40 persone, secondo alcuni giornali 42.

Il pullman finito nel fiume nell'Himalaya indiano (Photo www.thehindu.com)
Il pullman finito nel fiume nell’Himalaya indiano (Photo www.thehindu.com)

L’autista del pullman, secondo quanto riferito dalla stampa indiana, sarebbe riuscito a gettarsi fuori dal finestrino, finendo nel fiume e mettendosi in salvo. La polizia lo avrebbe poi arrestato, attribuendogli la responsabilità dell’incidente, in quanto impegnato al telefono mentre era alla guida.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *