• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Primo Piano

Scomparsa a febbraio a Sappada, ritrovato ieri il corpo in un bosco

tarzo1-300x225.jpg

SAPPADA, Belluno — É stato ritrovato domenica mattina in un fitto bosco del territorio di Sappada il corpo senza vita di una donna scomparsa dal mese di febbraio. L’auto della 39enne era rimasta ferma nel parcheggio del comprensorio sciistico bellunese per diversi giorni e questo aveva fatto scattare le ricerche.

Secondo quanto riporta il comunicato stampa del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas) del Veneto, domenica mattina una cinquantina di persone tra Carabinieri, Corpo Forestale dello Stato, Guardia di finanza e Soccorso Alpino delle stazioni di Sappada, Auronzo, Centro Cadore, Val Comelico e Forni Avoltri si sono ritrovati per iniziare una nuova ricerca di una donna scomparsa da Sappada nel mese di febbraio.

Gli operatori degli impianti di risalita del Monte Siera, nel comprensorio sciistico di Sappada 2000, avevano allertato il soccorso alpino il 28 febbraio poichè una jeep era ferma nei parcheggi da molti giorni. Dopo aver scoperto l’identità della proprietaria, una 39enne originaria di Milano, ma residente a Verzegnis in provincia di Udine, le ricerche erano iniziate, ma le abbondanti nevicate avevano coperto qualsiasi traccia.

Le ricerche sono proseguite durante i mesi seguenti fino all’epilogo di domenica. Il corpo della donna è stato avvistato attorno alle 10 in un fitto bosco della borgata Cima Sappada a poca distanza dall’omonimo valico a 1292 metri di quota e il confine con il Friuli Venezia Giulia.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *