• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Top News

Chhang Dawa, 14 ottomila a soli 30 anni: è il più giovane della storia

Shisha-Pangma-foto-di-vetta-con-Tunc-Findik-Santiago-Quintero-Mingma-e-Chhang-Dawa-300x225.jpg

LHASA, Tibet — Ci è riuscito lo scorso 30 aprile, salendo in vetta alla cima principale dello Shisha Pangma, 8.027 metri di quota. Chhang Dawa Sherpa è il più giovane e il secondo alpinista nepalese della storia a salire in vetta a tutti i 14 ottomila della Terra. I record restano comunque in famiglia: il primo nepalese a concluderli era stato suo fratello Mingma.

Chhang è il più giovane della storia ad aver ottenuto l’ambita collezione di vetta: ha soltanto 30 anni e 9 mesi. Prima di lui, il primato dell’età era condiviso tra Carlos Carsolio, Alberto Iñurrategi e proprio il fratello Mingma Sherpa che hanno raggiunto i 14 ottomila a 33 anni.

Inutile dire che i due sono i primi fratelli della storia ad aver completato la collezione.

Una curiosità: Chhang Dawa era lo sherpa con cui è arrivato in vetta Mario Panzeri lo scorso anno sul Dhaulagiri, il giorno in cui ha completato i 14 ottomila senza ossigeno. Se volete rispolverare la memoria guardando la foto, ecco il link: https://www.montagna.tv/cms/?p=40820. Suo fratello Mingma aveva completato i 14 ottomila l’anno precedente sul Kangchenjunga, sempre in vetta con Panzeri.

Chhang Dawa è salito in cima allo Shisha quest’anno insieme a due connazionali: Mingma Thinduk e Nima Dorchi, e insieme al turco Tunc Findik e all’ecuadoriano Santiago Quintero.

 

Photo courtesy (https://www.facebook.com/tunc.findik?fref=ts)

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *