• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Sci

Sciare per la vita: a Santa Caterina con Deborah Compagnoni e altri big

Deborah Compagnoni e Alberto Tomba durante la scorsa edizione di Scia con i Campioni (Photo courtesy of www.sciareperlavita.com)
Deborah Compagnoni e Alberto Tomba durante la scorsa edizione di Scia con i Campioni (Photo courtesy of www.sciareperlavita.com)

SANTA CATERINA VALFURVA, Sondrio — É ormai una tradizione consolidata il Memorial Barbara Compagnoni, conosciuto anche con il nome “Scia con i campioni”, organizzato dall’ex campionessa olimpionica di sci alpino Deborah Compagnoni con l’associazione Onlus Sciare per la vita. Anche nella prossima edizione, che si terrà il 7 aprile, tutti gli iscritti potranno gareggiare con la sciatrice valtellinese e altri famosi sportivi nazionali e internazionali sulle nevi di Santa Caterina L”intero ricavato andrà in beneficenza.

Conto alla rovescia quindi per l’undicesima edizione di “Scia con i campioni – Memorial Barbara Compagnoni”. Come sempre, insieme ai padroni di casa Deborah Compagnoni e Pietro Vitalini, saranno presenti diversii campioni dello sport: negli anni passati, per esempio, c’erano Alberto Tomba, Antonio Rossi, Manuela di Centa e Juri Chechi.

La competizione dà infatti la possibilità a tutti di poter incontrare i propri beniamini e di sfidarli in una gara di sci, grazie al contributo dei maestri di sci di Santa Caterina Valfurva. L’iscrizione – 39 euro per il pacchetto gara, skipass e pasto, 25 per gara e pasto – è in realtà una donazione per la ricerca scientifica. Ogni anno infatti, il ricavato della manifestazione viene devoluto per un progetto diverso nell’ambito della ricerca contro la leucemia.

Quest’anno il ricavato andrà al Progetto Nuovo Centro Maria Letizia Verga per lo studio e la cura della leucemia del bambino. Il progetto ha come obiettivo la costruzione di un nuovo reparto di Ematologia Pediatrica nel Centro di Ricerca sulle Leucemie infantili dell’ospedale San Gerardo di Monza.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *