• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Strage di lupi nel Parco d'Abruzzo, altri due animali morti

Lupo (Photo courtesy of www.parcoabruzzo.it)
Lupo (Photo courtesy of www.parcoabruzzo.it)

PESCASSEROLI, L’Aquila — Sale a 14 il numero dei lupi morti dall’inizio dell’anno nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Due nuovi animali sono stati uccisi in meno di due settimane, per uno si ipotizza un investimento mentre il secondo è stato ucciso da un colpo d’arma da fuoco.

Non si ferma quella che ormai viene chiamata “strage” di lupi nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Dopo i 12 esemplari morti nei mesi di gennaio e di febbraio altri due animali sono stati uccisi durante il mese di marzo. Il 12 una lupa è stata ritrovata in gravissime condizioni nella Zona di Protezione Esterna al Parco, a Decontra, località nel comune di Civitella Alfedena in provincia de L’Aquila.

Purtroppo l’animale è deceduto durante il trasporto del Servizio Veterinario. Secondo le prime osservazioni, l’esemplare sarebbe stato investito e abbandonato, ma la diagnosi definitiva spetterà all’Istituto Sperimentale Zooprofilattico. Il 23 marzo è stata invece recuperata la carcassa di un lupo nell’Area Contigua del Parco, lungo una strada di Castel S. Vincenzo, in provincia di Isernia.

La segnalazione è arrivata da un cittadino che aveva avvistato il lupo. Gli Agenti del Corpo Forestale dello Stato con le Guardie del Parco hanno provveduto al recupero e al trasporto presso il Servizio Veterinario. Secondo i primi accertamenti si tratta di un maschio di 30 chilogrammi dell’età di circa 3-4 anni, ucciso da un colpo d’arma da fuoco.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *