• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Top News

Monte Grappa, cade e resta bloccato per ore in un canalone ghiacciato

L'uomo ha contattato i soccorsi dicendo di essere caduto in un canalone prima dell'imbocco del sentiero delle Meatte (Photo courtesy of www.alfazulo.com)
L’uomo ha contattato i soccorsi dicendo di essere caduto in un canalone prima dell’imbocco del sentiero delle Meatte (Photo courtesy of www.alfazulo.com)

PADERNO DEL GRAPPA, Treviso — Fiato sospeso, ieri, sul Grappa, per un escursionista scivolato per cinquanta metri in un canalone ghiacciato. Il 34enne, bloccato a circa 1400 metri di quota, era riuscito a contattare i soccorsi ma la batteria del telefonino gli si è scaricata prima di riuscire a spiegare dove si trovasse. L’uomo è stato ritrovato dopo 4 ore di ricerche da parte dei soccorritori via terra.

Secondo il comunicato stampa del Cnsas Veneto, l’uomo era partito ieri dalla propria abitazione in provincia di Vicenza per un’escursione da solo sul Grappa. Il 34enne è partito da Paderno del Grappa, ha successivamente raggiunto la località San Liberale e da qui ha imboccato il sentiero 153 verso la cima. Attorno alle 10 l’escursionista si trovava a circa 1500 metri di quota quando è scivolato per un cinquantina di metri in un canalone ghiacciato.

Terminata la caduta è riuscito a contattare i soccorsi con il telefonino, ma è riuscito solo ad informarli che intendeva raggiungere l’incrocio con il sentiero 152, il sentiero delle Meatte, prima che la batteria dell’apparecchio si scaricasse. L’elicottero di Treviso Emergenza non è potuto intervenire a causa della nebbia e quindi sono partite le squadre di terra del Soccorso Alpino e medici e infermieri del Suem.

Dopo quasi 4 ore di ricerche i soccorritori sono riusciti ad individuarlo a circa 1400 metri di quota. L’uomo è stato issato con un paranco fino al sentiero, dove medico e infermiere del Suem gli hanno prestato le prime cure. L’escursionista era infreddolito e si era procurato una lieve ferita al capo, ma è stato in grado di incamminarsi verso valle con i soccorritori, i quali lo hanno assicurato, attrezzando i tratti più severi dell’itinerario in discesa. Il 34enne è stato poi trasportato dell’ospedale di Castelfranco Veneto per ulteriori controlli.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *