• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Itinerari, Primo Piano

In bici a Merano e sulle montagne dei dintorni

In bici a Merano (Photo MGM_AndreasMarini)
In bici a Merano (Photo MGM_AndreasMarini)

MERANO — Nella città di Merano e nei suoi dintorni la vasta rete di piste ciclabili e itinerari per mountain-bike, consente di poter pianificare una vacanza nella quale scordare l’auto in garage, godendosi la natura e praticando un po’ di sano sport.

I collegamenti più importanti della rete ciclabile della città sono stati ultimati. Oggi è possibile visitare Merano girando comodamente e convenientemente sulle due ruote a pedali. Ecco alcune tappe da non perdere durante una gita in bici in città.

Il quartiere Steinach che si sviluppa dal Duomo alla porta Passiria, fino al torrente Passirio. Costituiva il nucleo della
città medievale e si conservano ancora alcuni edifici e palazzi del tempo. Il Castello Principesco, in centro città, appartenuto agli Asburgo nel XV e XVI sec., è un piccolo gioiello con mobili d’epoca, strumenti musicali e una collezione d’armi. Il monumento della Principessa Elisabetta Sissi che si trova immerso nel verde della Passeggiata d’Estate, vicino al ponte della Posta. La Principessa soggiornò più volte a Merano dal 1870, contribuendo notevolmente alla notorietà di questa città.

Infine, la Chiesetta di San Valentino a Maia Alta, vicino ai giardini del Castel Trauttmansdorff. Per la sua posizione
particolare, in mezzo ai frutteti e ai campi, è una delle mete più amate per le gite all’aria aperta.

Accanto alla rete cittadina, una fitta serie di piste ciclabili consente di visitare la Val Passiria, la Val Venosta e la
Val d’Adige, arrivando fino a Bolzano. Numerose anche le aree di sosta che s’incontrano lungo le vie ciclabili come quelle di Lazago, Riffiano, Lagundo/Tel, Naturno, Gargazzone, S. Leonardo in Val Passiria e Lana/Postal.

Per chi ama la bici da corsa e i passi di montagna, tante sono le sfide da affrontare come il Passo Rombo/Timmelsjoch (2.509 m) e il Passo Palade (1512 m), entrambe tappe del Giro d’Italia.

In montagna si pedala con una temperatura costante, attraverso boschi ombrosi, prati e tipiche malghe, lontano dal rumore e dal traffico. Uno dei luoghi più amati dai ciclisti è Monte San Vigilio, con le sue splendide discese e una vista unica verso le Dolomiti. Molti anche i tracciati per gli appassionati di mountainbike, dai percorsi sul Tessa a quelli sull’altopiano di Merano2000.Per i più esigenti non mancano tour guidati in mountainbike con diversi livelli di difficoltà, lezioni tecniche, track upload GPS e noleggio attrezzature, tutto gestito dalla Ötzi Bike Academy di Naturno.

Accanto alla ferrovia della Val Venosta, lungo i suoi 60 km che da Malles portano a Merano, si estende una lunga pista ciclabile che si sviluppa sulle tracce dell’antica arteria romana Via Claudia Augusta tra distese di frutteti, castelli e paesaggi naturali.

La Bikemobil Card permette di disporre di una bicicletta a noleggio e di un biglietto giornaliero per il treno. La bici può essere noleggiata e restituita presso uno dei sei punti che si trovano in prossimità di altrettante stazioni ferroviarie.

Info: www.meranodintorni.com/bicicletta

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *