• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Multimedia, Primo Piano, Tecnologia

Google Street View: Everest, Aconcagua, Elbrus e Kilimanjaro a 360°

Everest a 360 gradi_Campo base su Google Street View
Everest a 360 gradi_Campo base su Google Street View

MOUNTAIN VIEW, California — Le foto di alcune delle vette più alte del mondo su Google Street View. Da lunedì mattina il colosso del web ha caricato le foto di Everest, Aconcagua, Elbrus, Kilimanjaro. Una squadra di fotografi, capitanata da Dan Fredinburg – un “avventuriero di Google”, come si è definito il membro del colosso di Mountain View  – è andata in giro per il mondo per cattutare immagini speciali. Si tratta di panoramiche non solo scattate sulla cima delle montagne, ma anche in luoghi di interesse che si incontrano lungo il cammino per raggiungerle: dai trekking ai campi alti.

L’idea sarebbe un’estensione delle splendide panormaiche caricate su Google Street View, ultima delle quali era quella che copre il paesaggio e il trekking del Grand Canyon. Anche se in quel caso gli scatti erano stati realizzati con attrezzatura più sofisticata della fotocamera digitale su un leggero trepiede e obiettivo fish-eye, con i quali sono state fotografate le montagne.

I fotografi hanno realizzato queste particolari panoramiche (diverse da foto statiche di vetta), ad oggi, non di tutte le Seven Summit – come scritto erroneamente su alcuni giornali – ma di 4 delle 7 montagne più alte del mondo. E non solo le vette, ma anche campi base, luoghi raggiunti durante i trekking che hanno trovato di loro interesse. Per esempio nel viaggio all’Everest hanno realizzato immagini a 360 gradi di Namche Bazaar, del monastero di Tengboche, di Kala Pattar, del campo base. “Abbiamo portato la nostra attrezzatura fotografica ovunque siamo andati e catturato una collezione di panorami – spiegano nel report ufficiale pubblicato da Google -, posti chiave e tappe interessanti che abbiamo percorso lungo la strada”.

Sono stati in Africa al Kilimanjaro, dove hanno scattato panoramiche della Lava Tower, della Moir Hut, dell’Arrow Glacier, ecc. Poi all’Aconcagua, dal campo base, ai campi alti alla vetta; ancora all’Elbrus, dove hanno fotografato la Barrel Huts, la capanna di epoca sovietica all’Elbrus. Quelli che vi mostriamo di seguito sono le immegini “dietro le quinte”: gli scatti che immortalano i fotografi impegnati a fotografare le montagne per Google.

 

http://maps.google.com/help/maps/streetview/index.html

 

no images were found

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *