• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri, Primo Piano

Settimana nera sulle Alpi francesi: 10 morti in 8 giorni

Photo-courtesy-telegraph.co.uk
Photo-courtesy-telegraph.co.uk

CHAMONIX, Francia — Per le Alpi francesi, la settimana scorsa è stata da dimenticare: moltissimi gli incidenti sulla neve, di cui dieci addirittura mortali. Tra le vittime, anche un ufficiale istruttore del “Centre national d’instruction au ski et à l’alpinisme” di Chamonix, precipitato in un crepaccio sul Monte Bianco.

Sébastien Thomas, l’ufficiale del Cnisag, è precipitato nel crepaccio a causa del crollo del ponte di neve su cui stava poggiando. Il volo, di circa 15 metri, è stato fatale. Secondo le ricostruzioni, si trovava sul Bianco insieme ad un collega per effettuare un sopralluogo per un evento.

Otto persone invece sono morte sotto valanga. Martedì erano morti ben quattro escursionisti sotto una valanga a Crévoux, nelle Hauges-Alpes, e mercoledì due sciatori fuoripista hanno fatto la stessa fine sulle montagne di Tignes, in Savoia. Sabato due sciatori di 77 e 55 anni sono morti in una valanga nel massiccio del Queyras, mentre sciavano fuoripista.

Venerdì un altro sciatore è morto a Crevoux, schiantandosi contro un albero.

“La scorsa settimana erano caduti oltre 40 cm di neve fresca sulle Alpi francesi – hanno detto le guide alle tv francesi -. Il manto nevoso non era assestato e il pericolo valanghe era alto”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *