• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Top News

Monte Rosa, morto lo scialpinista travolto da valanga sul passo Coppa

Passo della Coppa (Photo courtesy ultimatefreeride.altervista.org)
Passo della Coppa (Photo courtesy ultimatefreeride.altervista.org)

(Updated 05/03) ALAGNA VALSESIA, Vercelli — Non ce l’ha fatta lo scialpinista che è stato travolto ieri pomeriggio da una valanga a 2800 metri di quota, sopra Alagna Valsesia. L’uomo, che stava scendendo dal passo della Coppa con altri sette amici, tutti finlandesi, sarebbe stato sepolto sotto almeno 2 metri di neve ed è morto nella notte all’ospedale di Novara.

Lo scialpinista, un finlandese di 26 anni, era stato travolto ieri in alta Valle Otro al Passo della Coppa, 2800 metri di quota circa. Secondo quanto riferito dal Soccorso Alpino di Alagna, il gruppo non era accompagnato da una guida e la valanga è stata provocata probabilmente dal loro passaggio nella prima fase della discesa.

I primi ad intervenire sono stati proprio i compagni di escursione dello scialpinista, tutti perfettamente attrezzati con Artva, pala e sonda. Lo hanno individuato e disseppellito. Ma non è bastato. “Lassù non c’era campo per il telefono – hanno raccontato i soccorritori – quindi hanno dovuto scendere di quota per trovare segnale e riuscire a chiamare i soccorsi. Noi siamo giunti insieme al Soccorso Alpino, ai Carabinieri e al soccorso piste ad operazione quasi conclusa. Effettuate le manovre sanitarie da parte dei medici, il travolto è stato trasportato con l’elicottero all’ospedale di Borgosesia, purtroppo con un codice molto grave”.

Secondo quanto riferito da La Stampa, in serata il ragazzo è stato trasferito all’ospedale Maggiore di Novara, dove mentre era in terapia intensiva, ma è morto poco prima di mezzanotte “a causa di un arresto cardiaco dovuto a un forte choc termico”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *