• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Incidente in parete, rocciatore 80enne cade in falesia a Quero

Il recupero del rocciatore ferito da parte del Soccorso Alpino (Photo courtesy of Cnsas Veneto)
Il recupero del rocciatore ferito da parte del Soccorso Alpino (Photo courtesy of Cnsas Veneto)

QUERO, Belluno — Incidente dalle serie conseguenze ieri mattina sulle falesie della Valle di Schievenin in provincia di Belluno: un rocciatore di 80 anni è infatti caduto durante un’arrampicata e ha battuto violentemente il capo. L’uomo è rimasto in stato di incoscienza durante le operazioni di recupero ed è stato elitrasportato in ospedale con un sospetto trauma cranico.

Secondo il comunicato stampa emesso dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico del Veneto, un gruppo di rocciatori si era recato nella giornata di ieri ad arrampicare nelle falesie di Quero, in provincia di Belluno. Mentre affrontavano la via Prua della nave, nel settore Bastionata, il primo di cordata è caduto dalla parete.

Il rocciatore, un 80enne di Treviso, ha sbattuto violentemente il capo contro la roccia rimanendo in stato di incoscienza. I compagni lo hanno calato alla base della parete e hanno allertato il 118. Sul posto sono intervenuti i volontari del Soccorso Alpino della Stazione di Feltre e l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore.

Il Soccorso Alpino presta le prime cure al rocciatore ferito (Photo courtesy of Cnsas Veneto)
Il Soccorso Alpino presta le prime cure al rocciatore ferito (Photo courtesy of Cnsas Veneto)

I soccorritori hanno prestato le prime cure al ferito, rimasto sempre incosciente, e lo hanno imbarellato. Recuperato con un verricello di 30 metri l’uomo è stato trasportato all’ospedale di Treviso con un sospetto trauma cranico di grave entità.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *