• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
L'approfondimento, Politica

Elezioni: la montagna nei programmi politici. Gli illustri silenzi di Lega e M5S

ROMA — Nell’ultima settimana prima delle elezioni politiche, vi abbiamo offerto un giro di interviste agli esponenti dei maggiori partiti politici italiani, chiedendo loro quali siano i loro programmi per i territori di montagna, che occupano oltre il 50% del nostro paese.

Cercando di offrire una panoramica più equa possibile e consona alle regole sulla par condicio, abbiamo fatto richiesta alle coalizioni di centrodestra, centrosinistra, al gruppo di centro che fa capo a Mario Monti e a partiti indipendenti come il Movimento 5 Stelle. Da Pdl, Popolo della Libertà, Partito Democratico, Unione di Centro, Fratelli d’Italia è arrivata risposta, mentre non è stato possibile avere nessuna dichiarazione dagli uffici del Movimento 5 stelle e della Lega Nord.

Sorprende il silenzio della Lega, nonostante ripetuti solleciti, su un tema così strettamente legato al territorio, vista la candidatura di Roberto Maroni alla presidenza di una regione dove la montagna è fondamentale dal punto di vista economico, agroalimentare e turistico come la Lombardia. E’ ormai noto, invece, che la negazione del Movimento 5 stelle di Beppe Grillo alle interviste giornalistiche risponda una assodata linea strategica del partito.

Nella speranza di aver dato un servizio in più ai nostri lettori e alla montagna, in vista di un momento così cruciale per il nostro Paese, la redazione augura buon voto a tutti.

 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

5 Comments

  1. Il movimento 5 stelle è anni che si batte in val di Susa…servono altre dichiarazioni? Credo che i fatti siano molto piu’ importanti….

    1. Esatto! Se c’è un partito che si avvicina alla difesa della montagna è proprio il M5S. Aggiungo che è anche a favore dei prodotti locali e a km0.
      La Lega Nord, che dovrebbe essere in favore delle popolazioni locali, sostiene la TAV assieme a tutti gli altri grandi partiti.

      1. Ad onor del vero la Lega non si sa ancora se è a favore o no: Cota dopo aver vinto in Piemonte disse di non volerla cancellare, mentre Bossi durante la campagna elettorale di quelle stesse elezioni diceva che era un’opera “che non serve a nessuno”

    2. Non sono sicurissimo che il M5S si batte per la TAV perchè a favore della montagna: nel programma, il blocco della TAV, è inserito nella sezione “TRAPORTI”.
      Ed in effetti Grillo, riguardo la TAV, si è sempre espresso soprattutto come una infrastruttura inutile e costosa, non tanto per il mancato rispetto dell’ambiente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *