• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Eventi, Primo Piano

Rieti, al via "Montagne nel cuore" con Manolo, film ed incontri da non perdere

Locandina Montagne nel cuore
Locandina Montagne nel cuore

RIETI — Film, incontri, concerti, grandi protagonisti dell’alpinismo e spedizioni. Anche quest’anno la rassegna culturale “Montagne nel cuore” organizzata dal Cai di Rieti, offrirà agli appassionati di montagna degli incontri da non perdere. L’edizione 2013 sarà particolarmente speciale, poiché ricorrono i 150 anni dalla nascita del Club Alpino Italiano e gli 80 della sezione di Rieti.

Quest’anno Montagne nel cuore è dedicato ai giovani, non vuole celebrare solo il passato ma intende guardare al futuro con lo slogan “Montagna fa giovani!”. Dopo il film d’avventura per ragazzi ambientato in montagna, il 22 febbraio (ore 21, Auditorium Varrone) ci sarà una conversazione particolare e molto curiosa su montagne, racconti e pittura con Eliano Pessa, alpinista, ricercatore di Fisica e ordinario della cattedra di Psicologia Generale presso l’Università di Pavia e Ines Millesimi, storica dell’arte. Si parlerà di Quintino Sella, fondatore del CAI nel lontano 1863, ma anche delle “professioni” dei frequentatori di oggi delle montagne: non solo guide, ma anche fisici, musicisti e medici. Nel corso della serata si aprirà anche uno spazio dedicato agli studenti del Liceo Artistico di Rieti che hanno partecipato al concorso di racconti di montagna PREMIO ITAS, il cui esito sarà presentato a Trentofilmfestival 2013.

Il 9 marzo (ore 17 Sala dei Cordari) sarà presente per la prima volta a Rieti il grande climber Manolo, tra i più noti alpinisti del mondo e il pioniere dell’arrampicata libera in Italia. E’ stato chiamato il “mago” per la sua capacità estrema di salire lungo pareti quasi totalmente lisce e verticali. Aprirà la sua presentazione il premiatissimo video “Verticalmente démodé”, Genziana d’Oro a Trentofilmfestival 2012. Manolo non ha mai voluto partecipare alle competizioni di arrampicata. Schivo e riservato, non ama i riflettori anche se da giovane è diventato celebre e mitico climber per le sue fantastiche salite di arrampicata nella pubblicità degli orologi “Sector”.

Il 22 marzo è dedicato all’alpinismo extraeuropeo del Cai di Rieti attraverso foto e filmati storici. Curata da Pierino Ratti e Mario Sciarra, nella serata si ricorderanno i momenti più importanti da parte di alcuni alpinisti della sezione, i quali dal 1983 hanno organizzato e vissuto sempre con entusiasmo e con un pizzico di competizione tante salite significative su cime e obiettivi diversi, in differenti latitudini del mondo.

Il film più atteso, di grande impatto visivo e spettacolare, Genziana d’oro del Club Alpino Italiano per il miglior film di montagna al 59° TrentoFilmFestival 2011, è in programma il 6 aprile (Sala Broccoletti, Comando Polizia Municipale), ed è The Asgard Project, con il giovane e notissimo alpinista inglese Leo Houlding che scenderà dalla cima lanciandosi con la tuta alare.

Venerdì 24 maggio sarà ospite Stefano ardito con il suo film “Dhe non deve morire” prodotto insieme al Comitato Evk2Cnr. Altri appuntamenti a Rieti e a Terminillo ci saranno nei mesi successivi fino a Novembre, il più importante dei quali sarà la campagna di sensibilizzazione al dono del midollo osseo con la giornata Climb for life del 12 ottobre.

Chiuderà il fitto programma una serata alpinistica unica, in cui si potranno ammirare le foto inedite della spedizione alpinistica-culturale 2013 al Kanchenjonga (m. 8586) sulle tracce di Sella e Maraini, l’unica che ha ricevuto il patrocinio nazionale del Club Alpino Italiano, e a cui parteciperà un forte alpinista del CAI di Rieti. Tutti gli eventi nascono dalla collaborazione di TrentofilmFestival, con il patrocinio di Comune e Provincia di Rieti, con la collaborazione di Sabina Universitas, dell’Università “la Sapienza” di Roma – Facoltà di Medicina, dell’AIDO Provinciale e del Lazio, con l’apporto fattivo della Fondazione Varrone, Itas Assicurazioni Ag. Iarussi Rieti, Montura.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *