• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Sci alpinismo

Mondiali, doppio oro per l'Italia: è firmato Magnini e De Silvestro

mondiali_scialpinismo_francia_2013_davide_magnini
Davide Magnini (Photo courtesy Ismf-Cometapress)

PELVOUX, Francia — E finalmente è arrivato l’oro. Anzi due. Nella terza giornata dei mondiali di scialpinismo le promesse azzurre dello skialp confermano le aspettative della vigilia conquistando cinque medaglie di cui due del metallo più prezioso ad opera di Davide Magnini (Cadetti) e Alba De Silvestro (Junior). Piccoli sci alpinisti crescono, e vincono.

Ai mondiali di scialpinismo in corso di svolgimento a Les Ecrins, sventola il tricolore grazie alle straordinarie prove nelle gare “Individuali” a firma di Alba De Silvestro nella categoria Junior e di Davide Magnini tra i Cadetti. Ma non è tutto, perché il medagliere azzurro si arricchisce di altre tre medaglie che vanno a impreziosire il ricco bottino odierno: argento per Nadir Maguet (Junior maschile) e due bronzi ad opera di Giulia Compagnoni e Pietro Canclini entrambi Cadetti.

Cinque medaglie dal vivaio azzurro che rappresenta il futuro prossimo venturo della disciplina, e molti buoni piazzamenti sulle nevi della skiarea di Pay Saint Vincent che fanno sorridere di gioia il tecnico azzurro Oscar Angeloni.

Nella gara maschile degli Junior, impressionante prova del tedesco Anton Palzer che domina la gara sin dalla prima salita: i nostri Nadir Maguet, Michele Pedergnana, Federico Nicolini e Luca Faifer rispondono al primo attacco ma nella seconda discesa l’azzurro Faifer (accreditato per un podio) deve dire addio a sogni di gloria a causa della rottura dello scarpone. “Ho voluto comunque finire la gara (14esimo, ndr) perché ai mondiali non ci si ritira. Mai” dirà al termine l’atleta di Bormio.

Mentre Maguet sembra essere l’unico a resistere al ritmo del tedesco, Pedergnana lotta a lungo con lo svizzero Remi Bonnet, e solo nell’ultima discesa, anche a causa di una rovinosa caduta, dovrà arrendersi a accomodarsi suo malgrado ai piedi del podio. Dopo un minuto taglia il traguardo anche l’altro azzurro, Federico Nicolini, quinto assoluto.

Nella gara donne è la nostra Alba De Silvestro a vincere e convincere, battagliando nella primaparte del duro tracciato con la francese Sophie Mollard che staccherà dopo due salite e che lascerà a distanza di un minuto per il resto della prova. “Dopo l’argento di ieri nella sprint, oggi un oro che mi rende davvero felice” ha commentato la ragazza bellunese. Terza la atleta di Andorra, Inka Belles Naudi, mentre Natalia Mastrota, dopo una settimana di influenza, ha chiuso con soddisfazione al quinto posto.

Dominio azzurro anche tra gli uomini della categoria Cadetti, dove il “giamburrasca” Davide Magnini ha dettato la sua legge con una prova di carattere. «Al via si è staccata una pelle dallo sci, ma non mi sono perso d’animo e dopo averla sistemata sono ripartito più convinto di prima» ha commentato il ragazzino della Val di Sole. Al termine della prima salita Magnini aveva nettamente la leadership che non cederà più fino all’arrivo, per la gioia di papà Lodovico e di tutto il team azzurro. Splendida la prestazione di Pietro Canclini che tenterà in più occasioni di rubare l’argento al francese Simon Bellabouvier ma taglierà il traguardo, con grande soddisfazione, al terzo posto, precedendo il compagno di squadra Erik Pettavino.
Podio azzurro anche tra le ragazze Cadetti con il bronzo di Giulia Compagnoni che nulla ha potuto contro il duo transalpino composto da Fanny Meynet Cordonnier e Adèle Milloz. Bene anche Laura Corazza, sesta.
Il bilancio della giornata nelle parole di Oscar Angeloni, ct della nazionale azzurra: “Giornata fantastica, sotto tanti aspetti. Certamente le medaglie danno soddisfazione, ma ho apprezzato l’attaccamento alla maglia azzurra di Faifer e Canclini che, nonostante problemi tecnici all’attrezzatura, hanno voluto onorare la convocazione concludendo la gara”.

Domani è la volta delle prove individuali della categoria Senior sulle nevi del comprensorio di Pelvoux. I nostri dovranno vedersela con gli avversari di sempre: dai padroni di casa, come Matheo Jacquemoud e William Bon Mardion (già vincitori dell’oro nella gara di apertura, la Team Race) allo spagnolo Kilian Jornet.

 

Classifiche:

CADETTI M:
1 MAGNINI, Davide Italy 43:18.9
2 BELLABOUVIER, Simon France 44:36.7
3 CANCLINI, Pietro Italy 45:48.1
4 PETTAVINO, Erik Italy 47:28.3

CADETTI F:
1 MEYNET-CORDONNIER, Fanny France 58:32.5
2 MILLOZ, Adèle France 59:19.2
3 COMPAGNONI, Giulia Italy 1h00:17.3
6 CORAZZA, Laura Italy 1h03:12.9

JUNIOR M:
1 PALZER, Anton Germany 1h11:20.0
2 MAGUET, Nadir Italy 1h16:24.8
3 BONNET, Rémi Switzerland 1h17:55.1
4 PEDERGNANA, Michele Italy 1h18:53.6
5 NICOLINI, Federico Italy 1h20:06.9
14 FAIFER, Luca Italy 1h30:22.7

JUNIOR F:
1 DE SILVESTRO, Alba Italy 52:06.4
2 MOLLARD, Sophie France 52:57.8
3 BELLES NAUDI, Inka Andorra 55:53.5
5 MASTROTA, Natalia Italy 1h03:54.8

Programma ISMF Campionati del Mondo Scialpinismo 2013
Mercoledì 13 Febbraio
– 9:30 – Individuale (Senior Donne)
– 9:45 – Individuale (Senior Uomini)
Giovedì 14 Febbraio
– 10:00 – Vertical (Tutte le categorie)
Venerdì 15 Febbraio
– 10:00 – Staffetta (Tutte le categorie)

 

Per informazioniwww.ski-ecrins.com

 

(Fonte: Cometapress)

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *