• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Madesimo: quattro ventenni dispersi e recuperati dal Cnsas

Lago Nero (Photo courtesy paesionline.it)
Lago Nero (Photo courtesy paesionline.it)

MADESIMO, Sondrio — Stanno bene i quattro ragazzi dispersi ieri sera sopra Madesimo e recuperati dai tecnici della Stazione di Madesimo della VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna. Il gruppetto aveva perso l’orientamento nei pressi del Lago Nero.

I quattro giovani, ventenni provenienti dalle province di Como e Varese,, erano partiti al mattino per un’escursione con un tempo ottimo. Verso il tardo pomeriggio però le condizioni meteorologiche sono cambiate, con la neve che scendeva e la presenza di nebbia che impediva la visibilità.

“I quattro avevano seguito la pista delle motoslitte situata in località Andossi – riferisce il cnsas in un comunicato – quella che porta in direzione del Lago Nero, ma poi hanno perso l’orientamento. Poco dopo le 21.00 allora hanno deciso di chiamare il 118, che ha contattato il Cnsas (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico). Li hanno localizzati subito e raggiunti verso le 22.30, a circa 2000 m di quota, grazie anche all’utilizzo della motoslitta”.

I soccorritori, in tutto tre operatori più uno impegnato presso la sede, hanno quindi accompagnato i giovani alla loro auto e date indicazioni per tornare a casa. Pare fossero infreddoliti ma in buone condizioni.

“L’intervento si è concluso alle 23.30 ma si è rivelato complesso – ammonisce il Soccorso Alpino nel comunicato stampa – per la difficoltà di trovare punti di riferimento a causa della nebbia fitta e della mancanza di elementi fisici, come alberi o segni di altro genere. Per la prevenzione del rischio, è molto importante pianificare con attenzione l’itinerario e calcolare i tempi di percorrenza. Ancora più importante è sapere rinunciare a proseguire qualora si rendesse necessario, come quando cambiano le condizioni ambientali o meteorologiche, un fenomeno che in montagna può avvenire di frequente e in tempi molto brevi”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *