• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Top News

Monte Bianco, due alpinisti morti sulla nord delle Droites

La zona del couloir Lagarde sul versante nord di Les Droites dove si trovano i corpi dei due alpinisti lituani (Photo courtesy of Ph.C./ledauphine.com)
La zona del couloir Lagarde sul versante nord di Les Droites dove si trovano i corpi dei due alpinisti lituani (Photo courtesy of Ph.C./ledauphine.com)

CHAMONIX, Francia — Sono stati dichiarati morti i due alpinisti lituani bloccati da giovedì sulla parete nord delle Droites , sul versante francese del massiccio del Monte Bianco. Il maltempo e il forte vento che hanno ostacolato già negli scorsi giorni le operazioni di salvataggio, non permetterebbero ancora oggi il recupero dei corpi.

Secondo la stampa francese, i due alpinisti di origine lituana avevano intenzione di arrivare in vetta alle Droites, cima di 4000 del lato francese del massiccio del Monte Bianco che sorge tra l’Aiguille Verte e Les Courtes. Gli uomini erano partiti giovedì in cordata per scalare il celebre versante settentrionale della montagna, considerata da molti  una delle più belle e difficili pareti nord di tutte le Alpi.  Tuttavia a circa 3900 metri di quota sarebbero stati bloccati da venti di bufera e neve che imperversavano sulla montagna.

Il quotidiano online 20minutes.fr riporta che venerdì mattina il Peloton de gendarmerie de haute montagne (Pghm) di Chamonix è stato allertato perchè due cordate distinte di alpinisti lituani erano bloccate sul Monte Bianco. Una cordata sarebbe stata salvata, mentre non sarebbe stato possibile raggiungere la seconda sulle Droites a causa del maltempo. I tentativi di salvataggio sarebbero proseguiti anche nella giornata di sabato, ma il forte vento avrebbe impedito agli elicotteri di salire alla quota in cui si trovavano i due alpinisti.

Nell’ultimo contatto telefonico uno dei due alpinisti avrebbe comunicato di aver scavato un buca nella neve per ripararsi, e di essere a corto il gas. Poi più niente. Domenica l’elicottero del Pghm di Chamonix è riuscito ad avvicinarsi alla parete: a seguito del sorvolo entrambi gli alpinisti sono stati dichiarati morti. I soccorritori hanno individuato infatti il corpo senza vita di uno di loro nella zona del couloir Lagarde, deceduto probabilmente per il freddo. Il secondo uomo invece non sarebbe stato ritrovato, ma l’ipotesi più probabile è che sia caduto nel couloir: non appena sarà possibile i soccorritori provvederanno al recupero del primo alpinista e alla ricerca del corpo del secondo.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *