• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Valtellina: tangenziale a Morbegno entro il 2016?

Morbegno (Photo courtesy portedivaltellina.it)
Morbegno (Photo courtesy portedivaltellina.it)

SONDRIO — Si sta per realizzare il sogno di ogni automobilista che attraversa la Valtellina: saltare i semafori di Morbegno. Secondo le ultime notizie arrivate da Roma, la tangenziale che eviterà il centro della cittadina e consentirà finalmente di evitare le lunghe code provocate dai suoi semafori potrebbe essere pronta entro l’ottobre 2016.

Secondo quanto riferito dalle agenzie, l’iter di approvazione relativo alla copertura finanziaria della nuova SS38, nel tratto relativo alla tangenziale di Morbegno è a buon punto. Il progetto è stato approvato nei giorni scorsi dal Pre-CIPE con un budget di 50 milioni di euro, e ci si aspetta otterrà l’ok definitivo venerdì 23 marzo durante il Cipe – Comitato interministeriale per la programmazione economica a Roma, dopo un’ulteriore verifica tecnica.
“Siamo arrivati quasi in cima ad una montagna durissima da scalare – ha detto il presidente della Provincia Massimo Sertori nei giorni scorsi a Vaol.it – che non è partita dalla tangenziale di Morbegno, ma dalla questione della Statale 38. Un progetto fondamentale per i valtellinesi iniziato con l’Amministrazione precedente, a dimostrazione di come il lavoro degli amministratori porti risultati”.
Se tutto andrà bene, la pubblicazione ufficiale è attesa per il maggio 2012, poi si darà inizio alla gara Anas che assegnerà i lavori nel giro di un anno. Il cantiere dovrebbe durare circa tre anni.
Ma secondo molti, è ancora presto per cantare vittoria. “Il momento è delicato – ha detto l’onorevole Maurizio del Tenno a La Provincia – anche perché con tutte le probabilità, viste le difficoltà economiche che ci sono, questo è l’ultimo Cipe forse addirittura dell’anno. È il giorno della verità: se i soldi non ci saranno venerdì allora con tutte le probabilità non ci saranno più”.
Il progetto di rinnovo della viabilità valtellinese è in discussione da anni. Risolvere il nodo di Morbegno e successivamente quello di Tirano rappresenta un passo fondamentale per la vivibilità e la sicurezza di tutto il territorio, nonchè per lo sviluppo turistico e industriale della zona. Non a caso è anche tra le priorità della Regione Lombardia.
“Regione Lombardia, con un gesto generoso, ha messo il 37% di tutte le risorse disponibili per tutta la regione per i prossimi tre anni sulla viabilità della provincia di Sondrio” ha precisato in conferenza stampa il consigliere regionale della Lega Ugo Parolo.
Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Quanti anni a pagare le tasse aspettando queste opere… Finalmente, un opera voluta praticamente da tutti e assolutamente necessaria. Speriamo che tutta la statale venga ammodernata oltre alla costruzione di queste nuove bretelle. Speriamo anche che asfaltino le strade ridotte come in Africa.

  2. Intanto hanno sostituito i semafori di Morbegno con le rotonde. Poi ho osservato una cosa e non so se capita solo a me: nello scendere in direzione di Morbegno spesso si trova coda lungo il rettilineo che parte da Sondrio. Il traffico, poi, si dissolve spesso “magicamente” poco dopo il superamento del Tartano e in corrispondenza dell’ultimo rettilineo prima di Morbegno. Miracoli del traffico!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *