• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Curiosità, Primo Piano

In Val di Non per adottare un melo

TRENTO, Tentino — Si sceglie una pianta, quella che si preferisce. Poi, in autunno, si torna e si raccolgono i frutti. Uno dei momenti più suggestivi per visitare la Val di Non è sicuramente la primavera, quando i meli sono in fiore. Con l’iniziativa “Adotta un melo”, si ha la possibilità di visitare i frutteti in compagnia dei loro proprietari, scegliere una pianta e tornare, se lo si desidera, in autunno a raccogliere le proprie mele.

La pianta viene personalizzata mediante una targhetta da apporre sul tronco. A fine soggiorno la si affida nelle mani esperte dell’agricoltore che si assume l’impegno di seguire la crescita dei frutti fino alla loro completa maturazione e di renderne conto tramite e-mail al “proprietario” virtuale. Nei mesi di settembre ed ottobre, in concomitanza della grande festa del raccolto che anima l’intera valle, si può fare ritorno nella stessa azienda agricola e raccogliere i frutti. Un’intera cassetta di mele della pianta (circa 15 chili) sarà di chi l’ha adottata.

L’iniziativa è in programma dal 30 marzo al 3 giugno. Dal primo venerdì di settembre fino alla fine di ottobre si può invece tornare in valle per raccogliere i frutti. Il soggiorno costa dai 120 ai 150 euro e ci sono sconti per le famiglie.

Info:VAL DI NON

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *