• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Località, Primo Piano

Tramonta il progetto Montecampione Ski

BRESCIA — Niente da fare per la Montecampione Ski. Ll’imprenditore Carlo Gervasoni che in un primo tempo si era candidato per il rilancio dell’area, poi ha rivisto la propria posizione. Il comprensorio sciistico è nuovamente orfano e il suo futuro si fa sempre più incerto.

Gervasoni ha comunicato ai tre sindaci di Artogne, Pian Camuno e Gianico che la Montecampione Ski, società creata appositamente far rinascere l’impianto, non ha le forze economiche per affrontare la situazione. Il comprensorio guadagna poco (comunque 900mila euro di incassi per l’ultima stagione) ma soprattutto gli impianti sono obsoleti e vanno rimodernati: un’operazione da circa10 milioni di euro che Gervasoni ha giudicato troppo onerosa.

L’imprenditore avrebbe dovuto acquistare dalla Montecampione Impianti (il precedente gestore) le strutture del comprensorio aiutando così la società a sanare una parte dei debiti contratti nel tempo. La possibilità è però sfumata e l’ombra del fallimento pare dietro l’angolo.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *