• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Multimedia, Top News

E’ proprio vero: Simone Moro all’Everest con Brumotti

Simone Moro e Vittorio Brumotti (Photo www.oggi.it)
Simone Moro e Vittorio Brumotti (Photo www.oggi.it)

BERGAMO — Nell’ambiente le voci correvano già da tempo, ma ora è arrivata la conferma ufficiale dalla viva voce dei protagonisti. Simone Moro andrà all’Everest insieme a Vittorio Brumotti. L’alpinista bergamasco ha organizzato la spedizione del campione di trial nell’impresa sul Tetto del mondo, durante la quale cercherà di scalare in bike alcuni tratti della salita, essere il primo uomo al mondo in cima con una bici e compiere più saltelli possibili con la ruota posteriore una volta in vetta. E partirà con lui. Scaleranno insieme? Come si muoveranno? Tutti i dettagli a breve nelle videointerviste dei due atleti.

“Simone è un uomo con le palle in tutti i sensi: parla 5 lingue, guida l’elicottero, è diventato amico di ‘Abbombazza’ – ebbene sì, voi che non mi potete vedere, è diventato anche amico mio! Mal che vada io so che avrò trovato un maestro di vita. E’ l’ultima amicizia speciale che ho avuto e avrà tanto da insegnarmi”. Sono parole di stima e amicizia quelle usate da Vittorio Brumotti per parlare dell’amico e prossimo compagno di avventura Simone Moro. Le ha dichiarate proprio ieri alle nostre telecamere in una speciale videointervista che vi proporremo fra pochi giorni, nella quale il campione di bike trial, oltre ad averci spiegato esattamente come si svolgerà la sua impresa, ha voluto rispondere chiaramente a tutti coloro che l’hanno criticato nelle ultime settimane.

Del ruolo che avrà Simone Moro ancora non si sa molto: l’ha seguito nella preparazione atletica nel corso degli ultimi mesi, ma solo ora ha confermato alla stampa la sua presenza all’Everest di cui ci parlerà nei dettagli in una videointervista. A distanza di poche settimane dal suo rientro dal Nanga Parbat, l’alpinista bergamasco torna quindi in Himalaya per una nuova sfida ad altissima quota.

Aspettando i loro racconti, potete intanto vederli insieme in queso video pubblicato qualche mese fa su Youtube sul canale video di Simone Moro(http://www.youtube.com/user/simonemoro67)

 

 
httpv://www.youtube.com/watch?v=GzNdeEOpskE&feature=plcp&context=C46f4d45VDvjVQa1PpcFMLgXq9d_ZsUL6a75OLiYnDyiEuAJBTMh8%3D

Articolo precedenteArticolo successivo

67 Comments

  1. Buisness!non avrei mai pensato che un Alpinista come Simone Moro,si impegnasse in queste cose,se Brumotti è bravo salga l’Everest dal campo base attraverso l’Ice fall,le placche gialle e l’Hillary step da solo con la bici senza scendere,sarebbe un impresa…mi piacerebbe sapere cosa ne pensa Denis Urubko.

  2. Con tristezza si può costatare ancora una volta come l’Everest sia diventato un grande e costoso parco giochi …!

  3. Con tutto il rispetto per brumotti che nella sua disciplina è un fenomeno, non credete che sia un’assurdità organizzare una spedizione per portare un tizio sulla vetta del mondo per fare il record di saltelli in cima? Inoltre immagino l’enorme spedizione che avrà dietro con abuso di bombole di ossigeno, portatori, corde fisse… E’ solo una mia opinione personale che non vale molto ma tutto questo non è un insulto alla montagna?

  4. Simone Moro insieme a Vittorio Brumotti è una bellissima cosa.
    Una spedizione che entrerà negli annali dell’alpinismo e nella storia.
    Brunotti sei un grande campione!!!
    Bravi ragazzi!!!

  5. Non ci credo… non ci voglio credere… che caduta…. male simone male…
    Non puoi far questo alla DEA no… già eravamo al limite prima… ora si manca troppo di rispetto secondo me. La montagna è un altra cosa….

    1. Totale mancanza di rispetto per la montagna, mera ricerca di notizie per fare business e dar lavoro agli sponsor. Diventerà come una corrida, prima o poi il toro (la montagna) si incazza… Quella volta sicuramente non piangerò.

        1. Ciao Marco ,c’è un’articolo su Nives Meroi e Romano Benet, beh , vorrei essere circondato da persone con questi ideali e con questo cuore, ma purtroppo (…vivo in montagna ) nonè così ,e giorno dopo giorno vivo un degrado inimmaginabile

          1. Ciao Colmar,su Nives Meroi e Romano Benet io ho scritto il mio pensiero ed il mio augurio…credo che pensiamo di montagna allo stesso modo.ciao

  6. ATTENZIONE!!! ultime voci di corridoio confermerebbero la salita del gabibbo dalla nord e l’arrivo in vetta urlando BELANDI. discesa in coppia sulla bici

    1. Il tutto diretto dal divino Otelma che supporterà l’impresa direttamente dal campo base, circondato dalle veline in tenuta sexi-goretex…

  7. Più rispetto per la montagna.
    Per queste cose c’è il circo.
    Simone, non ti pensavo così… hai fatto grandi cose, ma questa proprio non mi va giù…

    1. Concordo pienamente su’quanto dici,non aggiungo altro…vorrei sapere come scritto in un post precedente cosa ne’pensa Urubko…

  8. riempire di immondizia una montagna per trascinare in vetta uno che di lavoro saltella su una bici non è alpinismo. che delusione moro

  9. Italia…paese di santi,poeti(c’è del romantico in codesta impresa) e navigatori…
    Ma me rode ancora la storia del Nanga… … …

  10. Non ho nulla contro Brumotti che, nel proprio ambito, ritengo sia un vero fuoriclasse. Anche Simone lo è e proprio per questo spero che ci ripensi. Capisco che bisogna pur mangiare ma occorre saper riconoscere il limite del ridicolo. In questo caso verrebbe ampiamente superato.

  11. Mi piacerebbe sentire i motivi che hanno spinto Moro ad accettare un’ingaggio del genere, sicuramente ne avrà di validi perchè mi sembra una persona intelligente e preparata, magari lo farà in una prossima intervista. Dubito fortemente che Brumotti arrivi in vetta, a meno che qualche sherpa tiri su lui e la sua bici…ad ogni modo vedremo…

      1. figurati…la mia è un’opinione personale, nulla di più, andare su un’8000 non rientra nelle mie priorità, preferisco di gran lunga fare altro.

  12. se qualcuno mi sponsorizza con una quarantina di km. di tubi di gomma,porto sull everest la lavatrice e faccio il primo bucato più alto del mondo

  13. Dimenticavo, se vogliamo criticare non nascondiamoci dietro ad uno pseudonimo. Anche noi dovremo accettare qualche critica. Ad esempio, perché leggiamo simili notizie?

  14. Spiace vedere un così famoso alpinista e Guida Alpina arrivare a fare una cosa del genere, il rispetto per l’alpinismo, la storia e l’amore della montagna vanno totalmente persi!

  15. Che delusione,proprio l’altro ieri ho visto Moro dalla Bignardi per la presentazione del suo ultimo libro,già me l’ero proposto come regalo di compleanno, ma questa notizia va contro la mia etica dell’andare in montagna.”POSSIBILE CHE SOLDI SPONSOR ECC…ABBIANO IL SOPRAVVENTO SU TUTTO?”RISPETTA LA MONTAGNA!!!!

  16. Speriamo che queste buffonate commerciali vengano presto dimenticate in onore delle grandi imprese alpinistiche che han caratterizzato queste grandi montagne qualche decennio fà!!

  17. La Montagna chiede già anche troppi tributi in vite umane.Dopo questa “impresa”, che riesca o meno , ne chiederà ancora di piu’.

  18. mi sembra un grande svilimento del significato dell’alpinismo e una mancanza di rispetto per una montagna con così tanta storia. oggi purtroppo più simile un parco giochi che ad un luogo dove l’uomo possa misurarsi con la montagna. la cosa peggiore è che un “purista” come Moro si sia impegnato in questa impresa di pessimo gusto.

  19. Non ci vedo nulla di male, non mi sembra possa portare più inquinamento di qualsiasi altra spedizione.
    Credo che ogniuno sia libero di salire come crede se non rovina la montagna.
    Sale in bici, fa ridere lo so, ma se a lui piace non vedo dove sia il problema.

  20. Mancanza di rispetto per una montagna?
    E dove starebbe l’offesa?
    Una montagna può offendersi?
    Siamo all’assurdo!!!
    Ciascuno è liberissimo di salire come meglio crede e più gli piace.
    Tutto è relativo comprese le “etiche”.

  21. si… ognuno nel rispetto puo’ fare quello che vuole ma Moro ultimamente tra libri scritti durante i campi base, e questo della guida a brumotti credo che cerchi di piu’ la pubblicità che il gesto alpinistico…
    Anche i vari kammerlander, Unterchircher, Urubko vivevano o vivono di alpinismo grazie agli sponsor… ma erano molto piu’ affezionati al loro ideale di “alpinista” di quanto lo sia Moro secondo me…. bho… gli altri meli vedo come ottimi alpinisti che pero’ sono anche dei montanari diciamo.. nel senso buono del termine… Moro è un ottimo ed indiscutibile alpinsita un po’ piu’ “civilizzato e imborghesito…”

  22. AHOO! Montanari incavolati!!! Ma è vero che i due miti, raggiunta la vetta (…..) registreranno il nuovo spot pubblicitario dell’ ultima prelibatezza di “4 salti in padella” ?

  23. …se la montagna diventa un parco giochi… tutti coloro che vogliono vivere imprese “vere”, lontane da numeri da circo, vengono derubate del loro terreno di avventura.

  24. Prossime imprese: K2 coi roller, traversta GI GII camminando all’indietro, salita del Nose in cordata con l’uomo più grasso del mondo. In studio commenterà Barbara D’Urso con occhione spalancato d’ordinanza.

  25. Mamma mia, tutti stì scienziati che gridano rispetto per la montagna, etica e quant’altro, a questo punto
    tre quarti degli alpinisti dovrebbero starsene a casa.
    Una bici in montagna non è più scandalosa di un’elicottero utilizzato per salire o per scendere…..
    Ma fatevi i cavoli vostri….

    1. Personalmente penso che le critiche di noi “scienziati” siano rivolte all’impresa di Moro,persona da tutti stimata e che si è sempre schierata per un alpinismo pulito e puro e non per le imprese commerciali come questa che si appresta a fare.Evidentemente la sua idea di alpinismo col tempo è cambiata.Io,come tanti altri, ci sono rimasto male sapendo della sua partecipazione a questo tappone dolomitico extraeuropeo e se non ti spiace troppo dico la mia.ciao

  26. chissa luca probabilmente è cosi,il dio danaro è ovunque e l’alpinismo aimè non è immune.non ci resta che osservare

  27. L’altra sera ero al corriere a Milano a sentire Simone Moro che presentava il suo libro; lui stesso ha parlato proprio di questa sua nuova sfida, che avverrà dalla via normale, e la sua risposta a chi lo accusa di non avere rispetto per la montagna è stata più o meno questa. Le due vie normali all’everest sono via commerciali ormai da vent’anni, nessuna di quelle vie può più essere definita una vera via alpinistica; perchè non posso fare da guida ad un amico che vuole realizzare un sogno, molto più vero della stragrande maggioranza di salite fatte su quella via? Io sta cosa del rispetto per la montagna non riesco proprio a capirla, chi e cosa puo’ stabilire cosa sia più o meno rispettoso verso la montagna?

    1. Ok! libero di salire come vuole ma, il “rispetto” per le Persone? se la porterà tutta Lui
      a spalle la Bici o gli Scherpa? attraverso l’Ice fall o all’Hillary step, se lo farà avrà tutto il mio rispetto!

    1. che l alpinismo sia commerciale sull’Everest lo sappiamo tutti,forse anche la prima salita al Monte Bianco,ma sarebbe bello che salisse dal campo base in cima senza scendere dalla bici,pedalando

    1. no,ho sempre sentito parlare di giri in mtb tra i sentieri e le strade sterrate di montagna,con bellissimi giri,ad esempio le strsde militari della val susa…ma questo non è alpinismo.secondo me

  28. Anch’io sono rimasto scioccato quando ho saputo che Simone Moro avrebbe guidato Brumotti nel suo tentativo di record sulla vetta dell’Everest. E’ verissimo: ognuno è libero di fare ciò che meglio crede … ma per me Simone incarnava lo spirito di un alpinismo sicuramente NUOVO ma vero, pulito, meditativo. Non avrei pensato che si sarebbe piegato a questo genere di show. Concordo pienamente con chi ha scritto che ora manca solo l’entrata in scena del gabibbo dalla nord e l’arrivo in vetta urlando “belandi”. Che delusione …..

  29. l’everest è l’everest, se non sei preparato ci lasci le penne…
    nonostante moro sia di casa là, speriamo che non finirà in tragedia…

  30. “Beliin ho dimenticaato di gonfiaare le goomme!!
    sperimaamo che simone abbia anche portaato abbastanza ossigeno che le gonfio con quello !
    A bombazza piena d’ossigenO!!! E poi c’è il meccanico con la bici di riseervaaa , e l’Hillary step me lo faccio saltellando…. e vaai abombazza..
    Troppo avanti fratello, magari ci faccio anche un servizio sull’inquinamento del colle sud , pieno di rifiuti…. W i cicloimalaisti!! Besughi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *