• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpi e pareti, Primo Piano

Slovenia, Lama e Ortner aprono una nuova via sul Loška Stena

David Lama sul Loška Stena (Photo www.david-lama.com)
David Lama sul Loška Stena (Photo www.david-lama.com)

LOG POD MANGARTOM (BRETTO), Slovenia — Nuovo successo per la cordata David Lama e Peter Ortner. I due alpinisti, autori della prima straordinaria salita in libera dello spigolo sud est del Cerro Torre, hanno aperto pochi giorni fa una nuova via sulla parete nord del Loška Stena, nel Gruppo del Mangart, nelle Alpi slovene. La parete, oltre ad essere molto alta – più di 1000 metri – è anche particolarmente difficile da scalare in inverno.

La montagna sorge sulle Alpi orientali, vicino al confine italiano sopra l’abitato del piccolo paese di Log Pod Mangartom (Bretto in italiano), sulla strada che porta a Tarvisio passando per il valico del Predil. Lama e Ortner hanno attaccato il versante nord del Loška Stena il 25 febbraio arrivando in cima ai 1000 metri della parete a mezzogiorno del 27 febbraio. La loro via, lunga 13 lunghezze, è stata salita in stile alpino ed è stata valutata di difficoltà 7 – M6.

Secondo quanto riferisce lo stesso Lama sul suo blog, poco prima di partire per la Patagonia i due alpinisti avevano puntato il Loska Stena, scattato qualche foto e deciso di tornarvi insieme per tentare di percorrere un nuovo itinerario e vivere quella che sembrava “una grande avventura”. Secondo quanto scrive l’alpinista austriaco, i primi 600 metri della via sarebbero i più facili, mentre i tiri successivi quelli più difficili, sui quali è possibile decidere di abbandonare.

 

Peter Ortner sul Loska Stena (Photo www.david-lama.com)
Peter Ortner sul Loska Stena (Photo www.david-lama.com)

Loška Stena (Photo www.david-lama.com)

Loška Stena (Photo www.david-lama.com)
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *