• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Primo Piano

GI: polacchi al base, nessuna traccia di Goeschl e compagni

Campo base GI (Photo polishwinterhimalaism.pl)
Campo base GI (Photo polishwinterhimalaism.pl)

(Updated) ISLAMABAD, Pakistan — Sono arrivati al campo base Adam Bielicki e Janusz Golab, gli autori della prima salita invernale al Gasherbrum I, 8068 metri in Pakistan. I due alpinisti dopo aver raggiunto la vetta ieri, 9 marzo, hanno imboccato una discesa diretta lungo la via normale da cui erano saliti e sono arrivati ieri sera a campo 2, dove hanno pernottato prima di proseguire fino al base.

A campo due li attendeva il capospedizione Artur Hajzer con Shaeen Baig: il gruppo è poi sceso insieme al campo base quest’oggi. Secondo quanto riferito dal sito polacco della spedizione, i due alpinisti stanno bene nonostante qualche congelamento al naso di entrambi e alle dita per Bielicki, ma secondo i report della spedizione non sarebbe nulla di grave.

Secondo i polacchi, il meteo sulla montagna stava velocemente peggiorando. Sale quindi la preoccupazione per l’austriaco Gerfried Göschl, lo svizzero Cedric Hahlen e il pakistano Nisar Hussain, che ieri mattina erano stati avvistati sulla cresta sud, in salita circa 250 metri sotto la vetta, dai polacchi che si trovavano in cima al GI. I tre alpinisti avevano iniziato il tentativo di cima addirittura il giorno prima, salendo dalla via nuova che avevano aperto sopra il campo base e poi dalla cresta sud della montagna.

Il sito di Goeschl riferisce che i polacchi hanno tentato ripetutamente di contattare i tre alpinisti ma senza successo. Di loro, quindi, non si hanno notizie dirette da oltre 48 ore.

E’ tornato al campo base invece lo spagnolo Alex Txikon, che l’altra notte era partito per tentare la cima insieme a Tamara Stys secondo lo stesso itinerario di Goeschl e compagni. Txikon riferisce di aver deciso di rientrare per il rischio di congelamenti, date le temperature intorno ai 50° sottozero e i problemi sui gps e le comunicazioni satellitari causate della tempesta solare in corso.

In discesa, secondo il sito dello spagnolo, i due avrebbero deviato dal percorso, salendo il Gasherbrum sud, una cima secondaria del gruppo alta 7.069 metri.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *