• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente, Primo Piano

Antartide, oltre 100 chilometri di alghe invadono la costa

Una delle foto scattate dal satellite della NASA alla distesa di alghe in fioritura (Photo NASA/Jan Lieser)
Una delle foto scattate dal satellite della NASA alla distesa di alghe in fioritura (Photo NASA/Jan Lieser)

CAPE DARNLEY, Polo Sud — Una distesa così ampia di alghe da essere vista dallo spazio. É quanto sta accadendo lungo la costa nord-orientale dell’Antartide dove una distesa di piante marine di centinaia di chilometri sta fiorendo più o meno dalla metà di febbraio. Ad accorgersene circa una settimana fa gli scienziati dell’Australian Antarctic Division che stanno studiando e monitorando questo fenomeno senza precedenti.

Al largo della costa nord orientale dell’Antartide si estende un campo di alghe talmente vasto da essere visibile dallo spazio. Nell’immagine scattata dalla Nasa venerdì scorso i due gruppi di alghe sono stati cerchiati in rosso e grazie alla scala della mappa si può stimare che la distesa sia di circa 200 chilometri di lunghezza per 100 di larghezza.

La fioritura delle alghe è iniziata all’incirca a metà febbraio, ma gli scienziati dell’Australian Antarctic Division hanno scoperto la distesa solo da poco più di una settimana. Secondo le prime osservazioni sulle modalità di crescita gli studiosi ipotizzano si tratti di phaeocystis, un alga unicellulare presente nella zona antartica di cui si cibano i piccoli organismi marini.

Il monitoraggio è molto scrupoloso perchè si tratta di un evento senza precedenti anche se assolutamente naturale a queste latitudini. Per la fioritura le alghe richiedono infatti una combinazione di luce solare, neve e vento che trasporta elementi nutritivi necessari per la crescita. Sostanza primaria è il ferro: maggiore è la quantità, maggiore sarà la fioritura.

Le alte quantità di questo elemento sono però inusuali in questa zona, per questo gli studiosi hanno chiesto ad una nave di ricerca, la Aurora Australis, di prelevare dei campioni per accertarsi quale sia la provenienza di tutto questo ferro.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *