• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Primo Piano

Carlos Soria: a 73 anni verso l’Annapurna e il Dhaulagiri

Carlos Soria (Photo courtesy International Herald Tribune)
Carlos Soria (Photo courtesy International Herald Tribune)

MADRID, Spagna — L’età sembra fare un baffo all’alpinista spagnolo Carlos Soria, che nonostante l’avanzare del tempo prosegue imperterrito – e indisturbato – la sua corsa agli ottomila. Due giorni fa Soria è partito alla volta dell’Annapurna, 8.091 metri, con l’intenzione di scalare subito dopo anche il Dhaulagiri, 8.167 metri: sarebbero il suo 12esimo e 13esimo ottomila.

Due ottomila in una sola stagione. Un obiettivo che solo pochi alpinisti riescono a conseguire, ma che non spaventa il 73enne spagnolo che non usa mezzi termini per annunciare le sue ambiziose intenzioni alla stampa.

Soria ha incontrato i giornalisti alla vigilia della partenza per l’Annapurna, il 5 marzo, insieme ai suoi compagni di spedizione tra cui figura l’apinista Tente Lagunilla. La loro intenzione è quella di salire lungo una variante della via normale. La scalata dovrebbe iniziare intorno al 20 marzo e la cima dovrebbe essere tentata intorno alla metà di aprile: la scelta di partire così presto, per l’Annapurna, è molto comune fra gli alpinisti che tentano di evitare le pericolose valanghe a cui la parete è esposta in primavera.

“Ho comprato anche il permesso del Dhaulagiri – ha detto Soria -, nel caso la scalata all’Annapurna vada bene e io me la senta. So di avere 73 anni e so che probabilmente un giorno mi mancheranno le forze. Ma non ora. Ora mi sento benissimo, sono ben preparato sia mentalmente che fisicamente. Continuerò a scalare finchè ne sentirò il desiderio”.

L’ultimo ottomila che, oltre a questi due, manca alla collezione di Soria è il Kanchenjunga. “Lo lascio per la prossima primavera” ha detto Soria.

L’alpinista spagnolo – ex tappezziere – è inoltre apparso molto orgoglioso dei risultati sin qui raggiunti, indipendentemente dalla sua corsa ai 14 ottomila: “Nove ottomila dopo aver compiuto 60 anni, di cui la maggior parte dopo i 65 – ha detto Soria -. Nessun altro alpinista ha può vantare un risultato simile”.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Un grosso in bocca al lupo a Carlos per la sua impresa! Il “vecchietto” degli ottomila continua a stupire tutti!! Io faccio il tifo per lui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *