• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Primo Piano

Giù dall’Everest in parapendio, Babu e Lakpa vincitori dell’Adventurer of the Year

Sano Babu e Lakpa Tsheri in parapendio sull'Everest (Photo Babu -Thseri - Desnivel.com)
Sano Babu e Lakpa Tsheri in parapendio sull'Everest (Photo Babu -Thseri - Desnivel.com)

NEW YORK, Stati Uniti – Babu Sunuwar e Lakpa Tshering Sherpa hanno vinto il premio National Geographic “Adventurer of the Year”. Con 72.000 voti sono stati scelti dal pubblico per aver scalato il Tetto del mondo ed essersi lanciati in parapendio, volando fino a 30 metri sopra la cima dell’Everest e conquistando un record mondiale. Dopo essere atterrati inoltre, i due hanno preso il Kayak e hanno navigato fino al mare in Bangladesh.

L’impresa è stata compiuta il 21 maggio del 2011 dal 28enne Babu, esperto di kayak e parapendio, e da Lakpa, 39 anni, guida e veterano dell’Everest. Se il primo non era mai stato in una spedizione alpinistica d’alta quota, il secondo non sapeva invece nuotare: è stata quindi un’impresa estrema per entrambi, che non solo hanno segnato un primato mondiale, ma hanno anche superato ciascuno una sfida personale con un’attività estrema di cui erano inesperti.

I due hanno scalato l’Everest e una volta in cima si sono lanciati in tandem in parapendio. Lakpa Tshering Sherpa aveva scalato le ultime centinaia di metri senza ossigeno ed ha decollato e volato senza il suo ausilio.  Hanno volato per circa 20 chilometri per poi atterrare sulla pista di Syangboche, sopra Namche Bazaar, a circa 3800 metri di quota. Una volta atterrati hanno percorso un tratto in bicicletta e poi in kayak fino alle spiagge del Bangladesh.

Oltre a loro erano candidati al premio National Geographic “Adventurer of the Year” – che l’anno scorso era stato vinto da Edurne Pasaban per essere stata la prima donna al mondo ad aver salito tutti i 14 ottomila – l’americano Cory Richards, autore insieme a Simone Moro e Denis Urubko della prima invernale al Gasherbrum II, Gerlinde Kaltenbrunner, diventata la scorsa estate la prima donna ad aver scalato i 14 ottomila senza ossigeno, lo snowboarder Travis Rice e i due kayaker Jon Turk e Erik Boomer. Ancora in lizza per il titolo c’erano l’avventuriero Alastair Humphreys, l’escursionista Jennifer Pharr Davis, lo sciatore Nick Waggoner, il rider Danny MacAskill e la surfista Carissa Moore.

Info: http://adventure.nationalgeographic.com/adventure/adventurers-of-the-year/2012/vote/

 

httpv://www.youtube.com/watch?v=pZ46cuM62ZE

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *