• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Eventi, Primo Piano

Dove va l'alpinismo? Gnaro Mondinelli e Matteo Bernasconi ne parlano a Brugherio

Mondinelli e Bernasconi a Brugherio
Mondinelli e Bernasconi a Brugherio

BRUGHERIO, Monza — “Dove va l’alpinismo di punta italiano?”. Se ne parla martedì sera, 31 maggio, nella sede del Cai di Brugherio, dove saranno ospiti un veterano dell’alpinismo himalayano come Silvio Gnaro Mondinelli e una giovane promessa dei Ragni di Lecco, Matteo Bernasconi.

Gnaro Mondinelli è uno dei simboli dell’alpinismo italiano nel mondo, con quattordici ottomila e diversi bis sulle vette più alte della terra, tutte senza ossigeno. Il campione di Alagna Valsesia è sicuramente tra i più accreditati a parlare di Himalaysmo e di alpinismo, di eri e di oggi. Con lui ci sarà Matteo Bernasconi, giovane Ragno di Lecco con alle spalle già alcune importanti salite, come quelle patagoniche.

Nel 2009 infatti, ha salito il Cerro Torre con Fabio Salini, mentre l’anno scorso è stato protagonista di un interessante tentativo sulla Torre Egger insieme a Matteo Della Bordella.

Due alpinisti diversi quindi e due generazioni a confronto in questa serata organizzata nell’anno del 50esimo anniversario della fondazione del Cai di Brugherio. L’appuntamento è per il 31 maggio, martedì sera alle ore 21.15 presso il cineteatro San Giuseppe di Via Italia, 76.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *