• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri, Primo Piano

Gunther Sachs suicida in uno chalet

Gunter Sachs
Gunter Sachs

GSTAAD, Svizzera — Si è suicidato nel suo chalet della celebre località sciistica di Gstaad, in Svizzera, Gunther Sachs, 78 anni, fotografo e noto playboy degli anni Sessanta, simbolo di un’epoca che fece sognare.

Sachs si è sparato un colpo di pistola alla tempia, proprio come fece suo padre cinquant’anni fa. Sposato 3 volte e con tre figli, il suo matrimonio più famoso fu senza dubbio quello con Brigitte Bardot nel 66 che durò solo tre anni. Alla notizia del suicidio, l’attrice francese si è detta detta “distrutta”.

Per giustificare il suo gesto Sachs ha lasciato una lettera che ha voluto rendere pubblica, in cui spiega di essere malato di Alzheimer. “Negli ultimi mesi – ha scritto – attraverso la lettura di testi scientifici ho capito di essere affetto dal tremendo morbo. Reagisco in ritardo alle conversazioni di ogni giorno. Sono sempre stato pronto a raccogliere le grandi sfide. Perdere il controllo mentale sulla mia vita sarebbe per me indegno e ho deciso di oppormi.
Questa minaccia – conclude – è sempre stata per me l’unico criterio per porre fine alla mia esistenza”.

Infine i ringraziamenti alla moglie e agli amici “che hanno arricchito la mia vita meravigliosa”.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Unitamente alla mia famiglia, esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia del grande gentleman, nel totale rispetto per la sua estrema decisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *