• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Share Everest 2011: lassù con la Bandiera dei Diritti umani firmata da Alemanno

Alemanno Bandiera Diritti Umani 6
Alemanno firma la Bandiera dei Diritti Umani

ROMA — Sventolerà la bandiera dei Diritti Umani sulla montagna più alta del mondo. A portarla sull’Everest sarà la spedizione Share Everest 2011 con l’alpinista laziale Daniele Nardi, Ambasciatore per i Diritti Umani nel mondo.  Il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha firmato la bandiera poco prima della partenza per il Nepal in una cerimonia dov’era presente anche Agostino da Polenza.

Alemanno ha autografato la Bandiera, che incita a diffondere e rispettare in tutto il mondo i Diritti Umani, presso la Fondazione Nuova Italia qualche giorno fa. All’evento erano presenti sia l’alpinista Nardi, presidente dell’associazione Mountain Freedom, sia il presidente del Comitato Evk2Cnr Agostino Da Polenza, promotore della spedizione Share Everest 2011 che, sotto l’egida del Miur ha l’obiettivo di ripristinare, a 8000 metri di quota, la stazione di rilevamento meteorologico più alta del mondo.

Al momento, Nardi si trova al campo base dell’Everest, pronto ad iniziare la salita decisiva che lo porterà a Colle Sud, 8000 metri, insieme a Daniele Bernasconi per l’importante compito di ripristinare la stazione meteorologica che da quella quota fornirà dati in tempo reale sul meteo e l’atmosfera in cima all’Everest.

La bandiera firmata da Alemanno raccoglie le firme di tutti i ragazzi delle scuole delle province di Roma e Frosinone che hanno partecipato, durante questo anno scolastico, al progetto “La scuola sulle alte vette con i diritti umani” portato avanti dall’Associazione – Onlus  “Arte e Cultura per il Diritti Umani”.

Nardi, che ha ideato il progetto e l’ha portato avanti nel corso di diversi mesi con la sua associazione, porterà la bandiera prima sull’Everest e poi anche sulla cima del Saser Kangri II nella spedizione che affronterà tra luglio e settembre 2011.

Una delegazione di ragazzi italiani che hanno partecipato a questo progetto parteciperà al convegno internazionale di “Youth for Human Rigths Internazional” e sarà poi presente nell’agosto 2011 a Ginevra, presso la sede dell’Onu, dove ragazzi di tutto il mondo che aderiscono alla campagna porteranno la loro testimonianza.

 

no images were found

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *