• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri, Primo Piano

India: scomparso superstite della spedizione di Hillary e Tenzing

Nawang Gombu Sherpa
Nawang Gombu Sherpa

KATHMANDU, Nepal — Nel 1953, aveva soltanto 17 anni ed era il più giovane membro della gloriosa spedizione di Sir Edmund Hillary che portò a termine la prima salita alla montagna più alta del mondo. Nawang Gombu Sherpa, questo il suo nome, è morto nei giorni scorsi nel villaggio indiano di Darjeeling, all’età di 79 anni.

Nawang Gombu è nato in Tibet nel 1936 e pochi sanno che era il nipote diretto di Tenzing Norgay, compagno di Hillary nella storica prima salita all’Everest. In quella spedizione, Nawang portò due volte i carichi a Colle Sud.

Nawang Gombu è stato poi il primo uomo al mondo a salire l’Everest per due volte: un record che restò suo per ben 20 anni. Ricevette diverse medaglie e riconoscimenti onorifici, tra cui spiccano la medaglia d’oro alle olimpiadi di Roma nel 1967 e il Tenzing Norgay Lifetime Achievement Award ricevuto nel 2006.

Nel suo paese era una celebrità: fu uno dei protagonisti dell’alpinismo himalayano, che portarono il nome degli Sherpa al pari di quello degli alpinisti occidentali. Dedicò a questo compito tutta la seconda parte della sua vita, raccogliendo fondi per la comunità e lavorando con la Sherpa Buddhist Association, di cui è stato anche presidente. Per anni ha diretto anche l’Himalayan Mountain Institute fondato proprio da Tenzing Norgay Sherpa a Darjeeling.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. “medaglia d’oro alle Olimpiadi di Roma nel 1967”?? Ma che dite? Le Olimpiadi a Roma sono state nel 1960!! O forse vi riferite a qualche altra competizione…

  2. Nawang Gombu ha ricevuto a Roma, nel settembre del 1967, una medaglia d’oro offerta dal CONI come riconoscimento dei sui grandi meriti sportivi.
    La impropria dizione “medaglia olimpica” è stata scritta per la prima volta da un giornale indiano e ripetuta successivamente più volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *