• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Top News

Annapurna, breaking news: Abele Blanc in cima. E sono finalmente 14!

Abele Blanc in vetta (foto archivio)
Abele Blanc in vetta (foto archivio)

KATHMANDU, Nepal — La sua spedizione è stata top secret per settimane. Nessuno sapeva che fosse partito, nessuno sapeva che stesse scalando quel gigante himalayano di 8.091 metri, l’ultimo dei suoi 14 ottomila, che per lui portava una sorta di “maledizione”. Dopo dieci anni di tentativi, di cui due esperienze davvero tragiche, Abele Blanc ha finalmente avuto ragione dell’Annapurna: è salito in vetta questa mattina ed ora è impegnato nella discesa dalla montagna.

“Scalare tutte le 14 vette piu’ alte della Terra è un sogno che coltivo dal 1982 – aveva detto l’anno scorso l’alpinista valdostano, alla vigilia dell’ennesimo tentativo all’Annapurna -. Più volte ho tentato invano l’Annapurna, l’ultima cima che mi manca. Potevo rinunciare e smettere, ma ho scelto di riprovarci”. Anche nel 2010, però, era andata male: Blanc aveva scelto di salire l’Everest, prima dell’Annapurna, per acclimatarsi. Ma la cima si fece attendere più a lungo del previsto e non restò abbastanza tempo per la seconda spedizione.

Quest’anno, forse per scaramanzia, forse per cercare una miglior concentrazione senza la pressione dei media, Blanc ha scelto di non dire niente a nessuno. Nell’ambiente circolavano voci sul tentativo in corso, ma era impossibile trovarne conferma.

La più bella delle conferme è arrivata così proprio oggi, insieme alla notizia della vetta. Blanc è arrivato in cima poco dopo le 13, ora nepalese. Ora Blanc sta scendendo dalla montagna, diretto a campo 3 installato a circa 7000 metri di quota.

Blanc è quindi il terzo italiano, dopo Reinhold Messner e Silvio “Gnaro Mondinelli, ad aver salito tutti i 14 ottomila della terra senza ossigeno. E proprio da Mondinelli, amico e compagno di tante spedizioni, arriva il primo entusiastico complimento al successo finalmente agguantato: “Brào vècio!”, è il grido lanciato all’amico.

“Siamo fieri per l’impresa di Abele Blanc, una vita dedicata al mestiere di guida e alla passione per la montagna – ha detto il presidente della Regione Valle d’Aosta e dell’associazione Forte di Bard Augusto Rollandin -, Abele è il testimone dell’eccellenza delle guide della Valle d’Aosta e della loro caratura internazionale: con lui oggi la Valle d’Aosta scrive una importante pagina della storia dell’alpinismo”.

Blanc ha salito il suo 13esimo ottomila nel 2001, il Dhaulagiri. Poi sono iniziati i sei tentativi all’Annapurna, che si sono rivelati drammatici nel 2005, quando una valanga travolse la spedizione uccidendo Christian Kuntner e procurando a Blanc 5 costole rotte, e nel 2006, quando dovette improvvisamente rientrare per una tragedia familiare.

Articolo precedenteArticolo successivo

14 Comments

  1. Ma non le ha salite pure il roveretano Sergio Martini tutte le 14 cime?
    Quindi sono 4 gli italiani o sbaglio ?
    Ciao franco

  2. Sono molto felice per il coronamento di un sogno…tutti i 14 ottomila! Complimenti Abele!
    Devo però correggere sul fatto che sia il terzo italiano ad aver salito tutti i 14 ottomila….
    Sergio Martini dove lo lasciate?

  3. Sono davvero felice per il sogno raggiunto! Grande Abele!
    Ma devo purtroppo correggere su una cosa….non è il terzo italiano ad aver salito tutti i 14 ottomila….
    Sergio Martini dove lo lasciate?

  4. Ragazzi, terzo SENZA OSSIGENO leggete bene prima di lanciarvi… Sergio Martini non è classificato tra i senza ossigeno, anche se li ha saliti tutti e 14. bravi tutti comunque.

  5. Scusate, non voglio fare il guastafeste, ma sono andato a rileggermi le statistiche ufficiali e l’ascensione di Abele al Kanchenjunga del 1995 risulta con ossigeno, quindi lui avrebbe completato i 14 ottomila, ma non senza ossigeno come affermato nell’articolo… ad ogni modo non posso che fare grandissimi complimenti a questo grandissimo campione dell’alpinismo italiano!!

  6. Rallegramenti per questa meravigliosa impresa, te la sei veramente meritata.
    Sono sicuro che dall’ alto Luca ti sara’ stato sempre vicino
    e che dedicherai questi 14 ottomila a Lui
    Un caro abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *