• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Top News

Salita lampo: Ueli Steck in vetta allo Shisha Pangma

Shisha parete sud
Shisha Pangma (8.027 metri) parete sud

LHASA, Tibet — Non si smentisce Ueli Steck, l’uomo del record di velocità sulla Nord dell’Eiger. Ieri, con grande sorpresa di tutti, l’alpinista svizzero  ha raggiunto la cima dello Shisha Pangma, il primo dei tre ottomila tibetani che vuole salire questa primavera, salendo dalla parete Sud. Ci ha messo 20 ore, partendo e ritornando al campo avanzato posto a 5.800 metri di quota.

“Stavamo facendo una salita di acclimatamento – racconta Bowie – quando sono arrivate le previsioni meteo che parlavano di brutto tempo in arrivo entro due giorni e di una prossima finestra di bel tempo solo a fine mese. La sera del 16 aprile, al campo avanzato, abbiamo deciso che Ueli avrebbe tentato di salire finchè poteva per controllare lo stato della via, mentre io ero troppo poco acclimatato e sarei tornato al base”.

I due alpinisti si trovavano sul versante sud della montagna, lungo la via degli Inglesi. Bowie racconta che l’ipotesi della cima, quella sera, era stata sfiorata, ma nemmeno Steck la credeva possibile.

“Mi ha detto che non voleva scalare in solitaria ma arrivare in vetta con me – racconta Bowie -. Gli ho risposto che se ci fosse stata la possibilità avrebbe dovuto tentare. Ma quello che è successo, devo essere sincero, ha sorpreso tutti. Compresi me e Ueli”.

Secondo quanto riferito da Bowie nel report pubblicato sul suo sito, Steck è salito in vetta e rientrato al campo avanzato impiegando soltato 20 ore in totale. A favorire la salita in velocità, una serie di condizioni ambientali a dir poco ottime: niente vento, cielo sereno, luna piena, temperature miti e ottime condizioni di neve e ghiaccio. Al momento, comunque, non sono disponibili immagini della salita.

Ora Steck e Bowie si trovano in viaggio verso il villaggio di Nyalam e stanno preparando la salita al Cho Oyu, il secondo ottomila della lista.

Articolo precedenteArticolo successivo

6 Comments

  1. Incredibile questo svizzero!! Tecnicamente è un mostro e ora si sta dimostrando anche un drago dell’alta quota! I miei più sentiti complimenti!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.