• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Eventi, Primo Piano

Cinema di montagna, al via il Valsusa Filmfest

Valle_di_Susa
Valle di Susa (Photo Jks93)

TORINO — Tutto pronto per la 15esima edizione del Valsusa Filmfest, il festival di film e video sul recupero della memoria storica e sulla difesa dell’ambiente. Da domani all’1 maggio nei comuni di Avigliana, Condove, Bardonecchia, Bussoleno, Chianocco, Gravere, Mattie, Salbertrand, Vaie e Venaus si terranno eventi, proiezioni, incontri e spettacoli dedicate alle montagne.

Il Valsusa Filmfest apre i battenti il 19 aprile a Condove con l’inaugurazione ufficiale e l’incontro “La sfida della montagna che rinnova la tradizione – La Fondazione Nuto Revelli e il progetto Paralup”, durante il quale verrà raccontato al pubblico il porgetto di recupero della Borgata Paralup del comune di Rittana, Cuneo.

“La montagna del futuro – creatività alpina, idee, valori e cultura” è infatti il tema dell’edizione di quest’anno. La sfida della montagna che non vuole arrendersi a diventare parco giochi della città o mondo dei vinti consiste, probabilmente, nel trovare una formula che abbini l’innovazione ai valori e alla cultura della montagna. Sono diversi ormai gli esempi sulle Alpi di attività e professioni, progetti culturali e ambientali, dove la circolazione di idee e la creatività arricchiscono e innovano la concretezza della tradizione alpina, aiutando a superare la retorica della montagna come paesino di Natale.

Cuore della kermesse sono senz’altro i film di montagna: 316 le opere in gara, pervenute da tutta Italia ma anche da Belgio, Bosnia, Colombia, Francia, Germania, Spagna, Svezia e Svizzera. Il concorso si articola in 6 sezioni: Le Alpi, Cortometraggi, Per Le Scuole, Documentari, Documentari Memoria Storica, e Videoclip Musicali. Quest’ultima ha confermato per il terzo anno consecutivo la sua capacità di coinvolgere giovani appassionati di musica e cinema con l’iscrizione al concorso di 40 videoclip. La premiazione dei vincitori di tutte le sezioni si svolgerà l’1 maggio al Palazzo delle Feste di Bardonecchia, padrino d’eccezione della cerimonia sarà il regista Marco Ponti.

Per le proiezioni fuori concorso, ci saranno “Mary & Max” di Adam Elliot (26 aprile), “Il Volo” di Wim Wenders (30 aprile)  e “Viaggio a Lampedusa” di Giuseppe Di Bernardo (27 aprile). Sono poi in programma: il 26 aprile proiezioni di alcune opere presentate al festival nell’arco dei 15 anni grazie al Progetto Archivio del Valsusa Filmfest; il 28 aprile “La forza del destino” di Marina Bergero e Daniele Croce, “Voci e volti del Parlamento Subalpino” di  Simona Bani, “Fili intrecciati… la tessitura della canapa in Val Sangone” di Luigi Cantore e il work in progress de “Lo sbarco” di Adonella Marena.

I comuni della bassa e alta Val di Susa in cui si svolgeranno gli appuntamenti sono Avigliana, Condove, Bardonecchia, Bussoleno, Chianocco, Gravere, Mattie, Salbertrand, Vaie e Venaus, tutti in provincia di Torino. Il 25 aprile ci svolgerà la proiezione del filmato vincitore della sezione Memoria Storica anche al Museo Diffuso della Resistenza di Torino.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *